Toshiba e Ibm danno vita a una nuova società per il retail

NewsRetail
Luigi Loda

Sbarca anche in Italia Toshiba Global Commerce Solutions, una nuova realtà, start up, che unisce le esperienze delle soluzioni retail di Ibm e di Toshiba per operare nel mondo retail occupandosi principalmente di soluzioni. Luigi Loda, Ad, Gianmario Braidotti, responsabile sales della filiale italiana della società, hanno presentato questa nuova realtà. “Si parte da un

Sbarca anche in Italia Toshiba Global Commerce Solutions, una nuova realtà, start up, che unisce le esperienze delle soluzioni retail di Ibm e di Toshiba per operare nel mondo retail occupandosi principalmente di soluzioni.

Luigi Loda, Ad, Gianmario Braidotti, responsabile sales della filiale italiana della società, hanno presentato questa nuova realtà. “Si parte da un preaccordo tra Toshiba e Ibm il 17 aprile scorso, per essere in ordine con le regole Sec per poi arrivare all’annuncio ufficiale avvenuto il 1 agosto 2012 con la nascita ufficiale della nuova realtà”, spiega Loda, il quale precisa subito che Toshiba Tec ha acquisito il gruppo Ibm Retail store solutions “ma non si tratta di un’integrazione, bensì di una società ex novo che vede Toshiba per l’80% e Ibm per il resto”.

Luigi Loda
Luigi Loda

La nascita della società e lo sbarco geografico non è cosa da poco. “Il 1 agosto è iniziata la prima fase del trasferimento nel Nord America, oggi parte la fase dcue che prevede anche l’Italia mentre la fase tre sarà a dicembre quando sarà completato il trasferimento delle risorse nella nuova struttura mentre dal 1 aprile 2013 diovrebbe partire la nuova realtà in autonomia”, continua Loda.

Secondo i termini dell’accordo, Toshiba ha stipulato un contratto pluriennale con Ibm in cui Toshiba Global Commerce Solutions risulta Ibm premier business partner per smarter commerce.

In particolare, attività comuni di marketing, vendita, pianificazione con la supervisione degli executive leader di Ibm e Toshiba; Toshiba è il partner di lancio prescelo da Ibm per la categoria dei Pos per il retail e partner per le soluzioni Pos instore in occasione dei principali eventi fieristici.

Infine, team comuni per lo sviluppo di soluzioni focalizzate sulle innovazioni orientate al mercato. Loda spiega che la nuova realtà passerà da un approccio multi channel a uno cross channel “Nel prossimo futuro sarà necessario vendere one to one al cliente e quindi si dovrà essere in grado di profilare”.

Gianmario Braidotti
Gianmario Braidotti

Insomma, il focus è sui servizi al cliente suddivisi in tre aree: Checkout (rinnovarlo attraverso flessibilità, modularità, attenzione al retail e integrazione multicanale trasversale); Interazioni (creare interazioni con il consumatore per incrementare il valore del marchio); infine attività (raccogliere, analizzare e agire in base all’informazione del punto  vendita per ottimizzare efficienza e creare valore).

A livello mondiale la società conta su oltre 80 distributori per più di 700 partner commerciali su un bacino di clientela sparso in 75 paesi.

Braidotti spiega che a livello locale la società conta su una quarantina di business partner e del distributore Computer Gross. Inoltre potrà fare affidamento su Ibm Global financing, anche se, a livello competitivo, la struttura finanziaria sarà sullo stesso piano di altre realtà finanziarie.

Il sipario si alzerà sulle principali novità al prossimo Nrf (National retail federation) che si terrà a gennaio prossimo, durante il quale sarà annunciata la strategia orientata al cross channel, oltre al nuovo piano di investimenti che vedrà la creazione del nuovo brand, il lancio di una soluzione per il mondo retail e un nuovo prodotto.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore