31.000 fiduciari Telecom come partner

Strategie

Videointervista – Pietro Labriola, head of Business Division di Telecom Italia, considera i 31.000 fiduciari punti di accesso importanti verso le pmi per promuovere i servizi di Telecom, cloud incluso

Pietro Labriola, head of Business Division di Telecom Italia, considera il 2012 un anno di grande opportunità per cambiare alcuni paradigmi tecnologici. Due le strade da intraprendere: “da una parte creare una partnership con il sistema della PA che è un driver fondamentale per il paese e per lo sviluppo di relazione con i cittadini, dall’altra spingere l’informatizzazione verso aziende, piccole e medie imprese: su questo ruolo Telecom centra il proprio obiettivo per 2012″.

Un processo che può anche essere lungo, che cambia la proposizione di Telecom sul mercato, non solo più come fornitore di Tlc, ma di servizi e di cloud. “Telecom deve sapersi conquistare l’affidabilità sui servizi IT che non erano propri dell’azienda in passato – precisa Labriola -. Nuvola Italiana è un percorso nel quale la difficoltà principale è convincere gli imprenditori che questi servizi cloud possono migliorare i loro affari”.

Importante sarà coltivare il rapporto con i 31.000 fiduciari Telecom sul territorio, e convincerli che l’approccio cloud può essere utilizzato all’interno del loro modello di business, per interfacciarsi anche con le pmi. “Creare una sorta di Officina Digitale”, spiega Labriola nella videointervista, con dettagli anche su come spingere le aziende ad adottare la posta elettronica certificata (obbligatoria dal 2012) e su come realizzare una propria presenza sul web.



Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore