3COM sta cambiando pelle

News

Andrea Rizzi, country manager da tre settimane di 3COM Italia, ridisegna la strategia di vendita: scegliere con i distributori system integrator dedicati

“Dopo 30 anni, e molti errori fatti, siamo ancora presenti sul mercato. Questo significa che chi conosce 3COM la ama”. L’esordio di Andrea Rizzi, country manager di 3COM Italia da tre settimane, dopo sei anni in CheckPoint, è di petto.

Parla di un’azienda che oggi ha un fatturato globale di 1.3 miliardi di dollari, salda al secondo posto nel mercato switching, tra Cisco e HP, forte della presenza in Cina grazie all’acquisizione di H3C. Ma ancora troppo legata all’immagine di azienda dedicata allo small and medium business. E invece non è così. “Rispetto a qualche anno fa la situazione del mercato del networking si è ribaltata a livello europeo – precisa Rizzi -: se prima il 35% del business era gestito dal mondo enterprise e il 65% dalle PMI, oggi il 65% dei ricavi arriva direttamente dalle grandi aziende. E noi vogliamo cavalcare quest’onda, anche in Italia, nonostante nel nostro paese il 60% del fatturato sia ancora raccolto tra le piccole e medie aziende”.

Non sar

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore