A. Ceccherini (Sap Italia): Società di credito, un aiuto alla competitività delle Pmi

Strategie

Ritratti 4.0 – Adriano Ceccherini, General Business Sales Director di Sap Italia, si racconta: Laurea in Ingegneria, con specializzazione in Bioingegneria e Robotica Antropomorfa con la passione per la cucina e la moto

Adriano Ceccherini, General Business Sales Director di Sap Italia, si è definito un adolescente molto più naif rispetto agli adolescenti attuali. Una passione per la tecnologia e una Laurea in Ingegneria, con specializzazione in Bioingegneria e Robotica Antropomorfa, Ceccherini afferma che “i robot trasformeranno il lavoro, creando nuovi profili professionali e sostituendoci in altri”. Ma, per saperne di più, ecco il suo Ritratto 4.0.

Chi è…Adriano Ceccherini?
Una persona a cui piace “fare le cose” e con una passione per la tecnologia.

Qual è stato il suo percorso di studi?
Laurea in Ingegneria, con specializzazione in Bioingegneria e Robotica Antropomorfa.

Cosa ne pensa del rapporto IoT e sicurezza?
Che la gestione della sicurezza del dato deve essere parte integrante fin dall’inizio di ogni progetto di connected plant o goods.

Se le dico cloud, cosa le viene in mente?
Time to benefit iper-accelerato per i clienti. Velocità di innovazione costantemente alla pari con l’evoluzione tecnologica.

Quali sono le possibili applicazioni dell’Intelligenza artificiale nell’industria italiana?
Moltissime. Riconoscimento immagini, manutenzione predittiva, interazione con gli utenti…

Società di credito: più amiche o nemiche del mondo It?
Decisamente amiche ed elemento chiave per consentire alle Pmi di competere e innovare nel mercato Globale.

Cosa chiederebbe a una società di credito?
Di definire piani di finanziamento ottimizzati per le esigenze delle Pmi e degli attori che ne supportano l’innovazione e l’aumento di competitività.

Crede che il rapporto con queste società limiti lo sviluppo del suo business?
Lo favorisce.

Cosa frena le aziende nell’adozione di strategie e strumenti digitali?
L’idea che ogni singolo processo aziendale abbia unicità e personalizzazioni storiche che debbano essere preservate a prescindere, anziché limitare queste ai soli veri fattori differenzianti dell’azienda.

Adriano Ceccherini, SAP
Adriano Ceccherini

Industria 4.0: nuova linfa al piano Calenda. Cosa ne pensa?
Il primo vantaggio del Piano Calenda è dare a chi investe in azienda una prospettiva stabile e pluriennale delle modalità di incentivazione e supporto da parte del Governo.

I robot ci ruberanno il lavoro?
I robot trasformeranno il lavoro, creando nuovi profili professionali e sostituendoci in altri.

Che idea ha dello smart working?
Un dato di fatto in diverse aziende che va coniugato con una forte attenzione al capitale umano per essere veramente un fattore di qualità

Se le dico Bitcoin cosa mi risponde?
Affascinante il concetto di una valuta non governata da alcuna Banca Centrale ma dall’intera comunità di fruitori. Inoltre: sopravvalutata e fortemente esposta a un effetto bolla.

Come deve comunicare oggi un’azienda nell’era dei social network?
Il 60% dei processi decisionali dei clienti delle aziende avviene senza che queste vengano direttamente coinvolte. Le aziende devono quindi progettare customer experience differenziate per i diversi cluster di potenziali clienti, esprimendo i propri valori senza che questi vengano esplicitamente richiesti.

Quali sono i suoi hobby?
La cucina e la moto.

Qual è il pregio che ammira di più nelle persone e quale è il difetto che proprio non le va giù?
Apprezzo la sincerità. Non mi va giù la negatività a priori.

Direbbe grazie a…e perché?
Vincenzo Tagliasco.

Che tipo di adolescente era?
Molto più naif rispetto agli adolescenti attuali. Ma forse anche più sereno.

Come si è avvicinato al mondo dell’Ict?
Grazie al mio mentore che è stato il punto di riferimento dall’infanzia all’università.

A cosa deve il successo nel suo lavoro?
Impegnarmi al mio massimo cercando di valorizzare le competenze di coloro con cui lavoro.

Qual è l’oggetto più tecnologicamente avanzato che ha in casa sua?
Non uno singolo ma la tecnologia è diffusa. 4 Pc, tre router wifi, chromecast, time capsule, airport express, smartphone, tablet, kindle…

Quanto tempo passa davanti alle mail sul cellulare, la mattina appena sveglio o la sera prima di coricarsi?
La mattina 15 minuti.

Se fosse un piatto che piatto sarebbe?
Focaccia genovese con Pigato della riviera di Levante.

Se fosse un quadro?
Bleu I,II,III. Mirò.

Se fosse un film?
Vip Mio fratello Superuomo di Bruno Bozzetto.

Se fosse una stagione?
Primavera.

Se fosse una tecnologia?
Una lampada a led.

Se non facesse il lavoro che fa, che lavoro farebbe?
Veterinario.

Se avesse una bacchetta magica…
Viaggerei nel tempo

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore