Accenture, la trasformazione digitale fa correre il Pil

Strategie

Secondo il Digital Density Index di Accenture Strategy basterebbe un incremento di 10 punti nell’indice di densità per generare una crescita aggiuntiva del Pil di 0,25 punti percentuali, pari a circa 41 miliardi di dollari nei prossimi 5 anni

La trasformazione digitale come volano per la crescita della produttività di ogni Stato. Parlare oggi di crescita e di produttività, in un sistema economico-industriale ancora incerto e costellato da molte incertezze, sembra un miraggio, considerando poi le speculazioni in borsa e l’andamento del mercato cinese che hanno rialzato i campanelli di allarme del 2008.

Ma, detto questo, si deve guardare avanti e, uno degli spunti di discussione lo dà Accenture che in Expo ha dato il via a un incontro con l’obiettivo di evidenziare in che modo la “Digital Transformation” può contribuire all’evoluzione dell’industria italiana e al rilancio socio-economico, con particolare riferimento alla filiera agroalimentare, dove il supermercato del futuro rappresenta un caso concreto di questa visione in ambito retail, aprendo nuovi modelli di interazione. digital transformation, accenture@shutterstock

A dimostrazione del ruolo strategico del digitale per la produttività e la crescita, sono stati presentati i risultati del Digital Density Index di Accenture Strategy – dai quali si evince che basterebbe un incremento di 10 punti nell’indice di densità per generare una crescita aggiuntiva del Pil di 0,25 punti percentuali, pari a circa 41 miliardi di dollari nei prossimi 5 anni, che per l’Italia significherebbe incrementare il proprio Pil dell’1,8% entro il 2020.

Un’analisi congiunta di Accenture e Oxford Economics mostra come le tecnologie digitali possono essere sfruttate per accelerare la crescita economica, con un guadagno di 1.360 miliardi di dollari sul Pil delle 10 economie leader entro il 2020: il 2,3% in più rispetto alle attuali previsioni. La densità digitale può essere aumentata puntando o meno su oltre 50 indicatori relativi a quattro aree di attività aziendali ed economiche: La crescente digitalizzazione dei mercati esistenti e la creazione di nuovi mercati digitali; L’impiego di tecnologie e attività digitali per l’esecuzione di funzioni aziendali chiave; L’impiego di tecnologie digitali per acquisire e/o utilizzare fattori di produzione come terreni, capitali, talenti, impianti e proprietà; I cambiamenti negli ambienti istituzionali e socio-economici per facilitare la digitalizzazione.

Gli indicatori del Digital Density Index di Accenture possono aiutare a individuare aree di miglioramento, ma Pubbliche Amministrazioni e aziende devono modificare il loro approccio alla tecnologia digitale per sfruttare al meglio le opportunità di crescita. Le Pubbliche Amministrazioni, per esempio, devono approcciarsi in modo diverso ai modelli di business dirompenti che stanno emergendo e smettere di proteggere confini obsoleti tra settori; allo stesso tempo, le aziende devono iniziare a interagire con le Pubbliche Amministrazioni con nuove modalità. Aziende e Pubbliche Amministrazioni devono aumentare l’utilizzo delle tecnologie digitali per trasformare i processi aziendali e migliorare l’efficienza e la produttività. Economie e aziende devono utilizzare l’Internet delle cose e altre tecnologie digitali per migliorare l’accesso a fattori di produzione chiave come territori, talenti, capitali e idee. Pubbliche Amministrazioni e aziende devono collaborare per promuovere, oltre alle infrastrutture, i fattori che consentono di creare un ambiente favorevole per il digitale. Le aziende devono considerare la densità digitale come un criterio fondamentale per decidere dove posizionarsi o espandersi.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore