Acer, Hp, Dell, Microsoft: prove di ristrutturazione in corso

Strategie
meeting@shutterstock

Acer chiuderà il secondo anno consecutivo in perdita, Hp è di nuovo nell’occhio del ciclone per la dismissione della divisione Pc, Dell, in ristrutturazione, vuole uscire dalla Borsa e per questo è in corso un’operazione di buy out con la società di private equity SilverLake

Acer chiuderà il secondo anno consecutivo in perdita, Hp è di nuovo nell’occhio del ciclone per la dismissione della divisione Pc, Dell, in ristrutturazione, vuole uscire dalla Borsa e per questo è in corso un’operazione di buy out con la società di private equity SilverLake.

Insomma, un inizio anno decisamente isterico. Ma andiamo con ordine. Secondo Mf-Dj Acer chiuderà l’esercizio 2012 con la seconda perdita annuale consecutiva a causa della svalutazione di alcuni suoi marchi come Gateway e Packard Bell. Lo ha annunciato un portavoce della società taiwanese, aggiungendo che Acer dovrà contabilizzare una svalutazione di 3,5 miliardi di twd (120,1 miliardi di dollari) sui diritti riguardanti i marchi Gateway, Packard Bell, eMachines e E-Ten. Henry Wang, portavoce del gruppo taiwanese, ha reso noto che la perdita non operativa ridurrà l’Eps di 1,3 twd, ma non toccherà le attivita’ commerciali di Acer.meeting@shutterstock

Secondo quanto riporta Techweekeurope.it,Alcuni esperti finanziari hanno dichiarato che Dell può certamente sopravvivere nella sua forma attuale. Ha fatto un buon lavoro sul settore enterprise e ha un buon risultato di bilancio. Ma per ottenere il valore che desiderano gli azionisti Dell dovrebbe uscire assolutamente dalle attività collegate ai personal computer”.

E quest’ultima affermazione ci riporta alla mente quello che successe ad Hp oltre un anno fa. “Ma per Hp c’è un dilemma in più. Perché uscire dai computer se anche con la crisi globale dell’economia che si riflette sul mercato azionario, Hp – come scrive Techweekeurope.itcontinua a essere il leader di mercato del settore Pc? Tuttavia se entrano in questo quadro complesso anche i tablet ( punto di debolezza estrema di Hp) la società è in grado di mantenere ancora la sua leadership? Anche se le vendite sono calate Hp ha battuto Lenovo e Dell nella gara per la market share”.

Anche Dell è sulla via della rivisitazione, come detto sopra, vuole uscire dalla Borsa per ristrutturarsi. Secondo quanto riporta l’Ansa e ITespresso.it Microsoft sarebbe in trattative per aiutare a finanziare l’acquisto di Dell. Lo riporta il Wall Street Journal citando alcune fonti, secondo le quali Microsoft potrebbe unirsi a Silverlake nel presentare un’offerta per Dell, società che intende dire addio alla Borsa per ristrutturarsi.

Microsoft potrebbe investire 1-3 miliardi di dollari. Microsoft non ha assunto alcun impegno su una possibile partecipazione all’offerta per Dell, afferma il Wall Street Journal. L’amministratore delegato di Dell, Michael Dell, è in trattative con la società di private equity SilverLake per un accordo che includerebbe il delisting di Dell. Il prezzo intorno al quale Dell e SilverLake stanno discutendo è 13-14 dollari per azione. SiloverLake sta cercando l’aiuto delle banche per finanziare l’accordo ma anche di altri potenziali investitori, quali Microsoft. I legami fra SilverLake e Microsoft risalgono al 2011, quando la società di private equity ha raggiunto un accordo per vendere Skype a Microsoft per 8,5 miliardi di dollari.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore