Acer K272HUL, risoluzione WQHD a poco prezzo

Prodotti
Acer K272HU

Acer K272HUL è un display con risoluzione 2.560×1.440 pixel che vanta buone qualità di visualizzazione. Si può collegare al pc via Display Port, con DVI-D e doppia Hdmi. Manca un hub Usb. Prezzo di poco superiore ai 300 euro

Nella famiglia di display Acer K272 il produttore colloca tre modelli: K272HL (UM.HW3EE.001) , K272HUL (UM.HX2EE.001) e K272HL (UM.HW3EE.005). Il primo e l’ultimo, che sono presentati sul sito con lo stesso nome, ma con sigle diverse differiscono sostanzialmente per l’interfaccia Hdmi che non è presente nel modello UM.HW3EE.001. In prova noi abbiamo il modello con la risoluzione superiore tra i tre della famiglia, quindi K272HUL (UM.HX2EE.001),  l’unico che si propone con 2.560x 1.440 pixel (WQHD), in un display in rapporto 16:9. La tecnologia di fabbricazione del pannello è Advanced Hyper Viewing Angle (AHVA) si tratta di una tecnologia che offre anche con angoli di visione accentuati ( parliamo di quando la posizione dell’utente non è centrale rispetto al display) una qualità visiva superiore alla media, comparabile con i pannelli costruiti con la tecnologia Amoled, con buoni tempi di risposta per un utilizzo confortevole nelle modalità più consuete.

Acer K272HUL
Acer K272HUL

 

Con questa proposta siamo ben lontani a livello comparativo sia dal modello Asus PQ321 QE, sia dal modello Nec MultiSync EA244UHD presentati da poco sulle nostre testate e anche dal modello EA294 WMi sempre di Nec con cui chiuderemo la serie delle proposte per la ripresa delle attività in autunno. Questo specifico display Acer è però stato scelto per chiudere il cerchio di queste proposte molto diverse tra loro, e allo stesso tempo complementari, da ogni punto di vista, anche per la fascia di prezzo.

La proposta di Acer con K272HUL è forse la pià ‘classica’, tra quelle che abbiamo provato, si tratta di un 27 pollici a Led, frequenza di aggiornamento a 60 HZ e come dati di targa finali un rapporto di contrasto 833:1 per 300 Cd/m2 di luminosità. In questo caso Acer, a nostro avviso con intelligenza propone una porta DVI-D, due entrate Hdmi, una DisplayPort in entrata e una in uscita, è previsto l’ingresso audio, manca invece un hub USB.

Non solo: nella confezione sono inclusi entrambi i cavi DVI-D e DisplayPort, una scelta che il consumatore darebbe per scontata, ma che non lo è affatto. Gli altoparlanti sono integrati. L’ingombro massimo di questo monitor è di 26,7 cm in altezza per 44,1 cm di larghezza e 5 cm di profondità, montato invece su supporto le dimensioni aumentano a 35,2 cm di altezza e 19,2 cm di profondità, per circa 5,5 kg di peso.

Il form factor prevede la possibilità di inclinare il display tra i -5 e i 25 gradi sul piano verticale. Il pannello di controllo del display è il collaudato OSD, uno standard di fatto, poi il controllo avviene attraverso cinque stati funzione sul lato destro del frontalino inferiore. I tasti non offrono indicazioni di funzione, che comunque appaiono proprio sul pannello non appena vengono premuti. L’assenza completa di indicazioni può fuorviare quando poi bisogna scegliere i diversi menu stando attenti alle indicazioni presentate a video, su quali siano i pulsanti di scorrimento. E’ solo questione di prenderci l’abitudine nei primi minuti.

Acer K272HU
Acer K272HU

Per quanto riguarda la flessibilità delle configurazioni, l’utente può procedere con il tool software Acer eDisplay Management, ma trova cinque configurazioni tra cui una personalizzata, Standard, quella per i Film, Eco Mode e quella specifica per la grafica. E’ possibile inoltre personalizzare le impostazioni per PIP e PBP con un sistema di gestione del contrasto adattiva a seconda del flusso di immagini visualizzato.

Lo diciamo subito, uno dei punti di forza migliori di questo pannello è senza dubbio il prezzo ragionevole in un segmento di monitor ad altissima risoluzione, oltre il Full- Hd. A questa qualità è associata una qualità di visualizzazione buona, lo vedremo dai test; l’ultima variabile – cioè la durata nel tempo – non è purtroppo sondabile in un test di questo tipo e qualsiasi considerazione in questo caso non potrebbe che essere approssimativa.

Si può però tenere presente che da qui a due anni certamente la risoluzione 4K vedrà decrescere il costo dei display e probabilmente sarà proprio quello il momento giusto per spendere una cifra superiore a quanto propone Acer con questo K272HUL adeguato proprio per la vita di tutti i giorni a casa, in ufficio e per l’intrattenimento multimediale.

Acer K272HUL Pro e Contro

La prova sul campo ci porta ad alcune considerazioni. Per quanto riguarda i materiali scelti non siamo rimasti particolarmente entusiasti dalle plastiche che perdono decisamente il confronto con i materiali delle soluzioni di altri vendor, anche in questa fascia di prezzo. La vite di aggancio tra base e sostegno è a sua volta giusto di fissaggio, ma sistemi simili in tutte le altre soluzioni avevano viti con un diametro maggiore. Infine per questo monitor non è prevista la possibilità di regolazione in altezza del supporto di sostegno.

Come è ovvio immaginare, tuttavia, un display di questo tipo nasce per restare sulla scrivania, probabilmente senza particolari sollecitazioni e quindi un risparmio in questo senso non è a nostro avviso a scapito dell’utente.  La mancanza di prese USB per un comodo hub non giovano a un giudizio sull’ergonomia da 10 e lode, è vero però che chi sceglie un monitor semplice può farne a meno e deve semplicemente collegare alimentatore e Display Port.

Acer K272HUL
Acer K272HUL

Invece i punti di forza di questa soluzione arrivano proprio dal pannello, a finitura opaca, riposante, e soprattutto di qualità più che buona. I nostri test PassMark per i monitor non hanno evidenziato caratteristiche negative. Anzi, questo pannello si avvicina per qualità visiva a specifiche di pannelli quasi professionali. In modalità sRGB la copertura Gamut è appena superiore al 98 percento ma Average intorno a 1.9 e Maximum Delta E oltre 3.9 lo riscattano ampiamente. Acer K272HUL si trova online a un prezzo di poco superiore ai 320 euro. Assolutamente equilibrato. Con un prezzo così è facile consigliare questo display proprio come un’ottima soluzione

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore