Acer si rinnova. Originali le proposte nel comparto tablet, ultrabook, smartphone e all in one

News
Acer Aspire R7

SLIDESHOW Nella proposta di Acer non trova spazio Windows RT e bisognerà aspettare gli annunci al Computex per tablet puri con Windows 8. Non mancano form factor originali. Acer gioca le sue carte con un prezzo di ingresso concorrenziale in ogni comparto

Sono numeri da brivido (e non in senso positivo) quelli presentati oggi da Gartner riguardo il mercato pc dell’Europa Occidentale, con un calo generale di oltre il 20 percento nel primo trimestre del 2013, rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Certo non si può quindi dire che Windows 8 abbia contribuito a innestare nuova energia, nonostante le cifre snocciolate di recente da Redmond. Tuttavia, pur in questo contesto, per Acer (che secondo Gartner ha perso oltre il 30 percento di venduto in europa rispetto allo stesso trimestre del 2012) è tempo di presentare la propria collezione di nuovi prodotti che arriveranno a scaffale tra maggio e giugno di quest’anno.

E non mancano le sorprese. Alcune molto positive. A fattore comune due aspetti che devono far riflettere. Il primo: per il momento nel catalogo di novità Acer non ci sono tablet ‘puri’ con diagonale sotto i 10 pollici che non montino Android (ma i responsabili di Acer Italia ci hanno promesso novità eclatanti in questo senso dopo il Computex di Taipei dal 4 giugno) e che non abbiano un prezzo più che aggressivo. Il secondo: Acer ha deciso di non portare in tempi brevi sul mercato nemmeno un device con Windows RT. Un segnale forte, tantopiù se associato al fatto che anche la proposta smartphone non prevede al momento Windows Phone. Altre novità salienti sono invece : la proposta di un all-in-one da salotto con Android e la declinazione dello smartphone Acer Liquid E2 a un prezzo aggressivo con dual sim.

Fare il prezzo è quindi importante. Secondo il management di Acer il rapporto di venduto tra notebook e tablet al momento è di qualche decina di migliaia di pezzi al mese nel primo caso, per alcune centinaia di migliaia di tablet, con revenue (data la differenza di prezzo tra le due tipologie di device) ancora confrontabili. E per questo la proposta di tablet puri con Android e la diagonale tra 7 e 9 pollici per Acer ha senso con targhette a scaffale sotto i 200 euro (si tratta dei modelli Iconia B1 e A1-810), laddove invece le soluzioni Ultrabook e Laptop possono essere proposte a partire da circa 500 euro. E’ anche significativo come pure lo smartphone Acer Liquid E2 che pure presenta caratteristiche di pregio, sia offerto intorno ai 250 euro.

Acer 2013, portafoglio prodotti aggressivo anche nel prezzo

Acer Aspire P3 con display da 11,6 pollici è un Ultrabook con disco allo stato solido da 60 o 120 Gbyte che svolge bene il mestiere di ibrido, tablet e convertibile: è infatti anche utilizzabile semplicemente come tablet, se estratto dall’alloggio che lo abbina a una tastiera dedicata. Pesa appena 1,4 Kg per uno spessore massimo di 2 cm. Arriva dalla fine del mese di maggio al prezzo di 599 euro.

Acer Aspire P3
Acer Aspire P3

A brillare invece per l’assoluta originalità è la proposta Acer Aspire R7 che racchiude in un unica proposta tutti i form factor immaginabili. Come si può vedere dalle foto infatti, Acer Aspire R7 è un laptop, ma allo stesso tempo un tablet, può servire per le presentazioni presso i clienti, ma anche essere utilizzato come una tavoletta richiudibile.

In alcune posizioni il form factor lo rende simile alla navetta spaziale Enterprise (StarTrek), una somiglianza confermata anche dai product manager di Acer che sottolineano l’affidabilità della cerniera che rende possibile al device assumere le diverse posizioni compresa quella che sovrappone perfettamente display a tastiera. A noi non è dispiaciuta la scelta di posizionare il touchpad al di sopra della tastiera: con Windows 8 si può parlare di scelta sensata perché avvicina l’utente al display touch (modalità Ezel). Acer Aspire R7 è anche un notebook con display full HD 1920×1080; un ibrido convertibile senza limitazioni di sorta, che lavora con Intel Core i5, fino a 12 Gbyte di Ram, e 1 TB di disco fisso ma all’occorrenza si può scegliere il modello con SSD. Sono presenti le porte più utilizzate e oramai considerate di serie (Hdmi, Usb 3.0), ma anche una porta Converter per non rinunciare a VGA, RJ45 e USB quando servono. Aspire R7 arriva a giugno a partire da 1.000 euro.

Acer Aspire R7
Acer Aspire R7

L’ultrasottile di Acer, Aspire S7, con il dorso in Gorilla Glass (in un video viene mostrato come sia possibile addirittura affettare frutta e verdura senza lasciare segni) è un ottimo superleggero destinato però a entrare in collisione diretta con MacBook Air. Disponibile con la diagonale da 13 pollici e da 11 pollici (per uno spessore di poco superiore al centimetro). Funziona con 4 Gbyte di Ram e 128 Gbyte di disco SSD, mentre la Cpu è Intel Core i5.

Molto originale invece la proposta Acer Smart Display DA220HQL, si tratta di un all-in-one da 21,5 pollici, già disponibile per circa 400 euro, che monta Android JellyBean, con 8 Gbyte di Ram e pronto a far girare tutte le app di Google. Non è l’annuncio novità, ma potrebbe ritagliarsi o aprire una nicchia significativa nel mercato.

Nel solco della tradizione invece Acer Aspire V (5 e 7), una proposta in cui però è facilmente rinvenibile il nuovo corso del ‘design’ Acer. Si tratta di notebook eleganti e sottili. I modelli V5 con display da 14 e 15,6 pollici montano pannelli display sia full hd sia 1366×768 e possono disporre anche di grafica discreta (schede video NVIDIA GeForce serie GT7XXM o AMD Radeon HD8750) nonostante lo spessore inferiore ai 2 cm e il peso intorno a 1,4 Kg. Acer Aspire V5 e V7 sono disponibili da fine maggio a partire da 399 e 599 euro sia su piattaforma Intel che Amd. Anche in questo caso si parla di un prezzo di ingresso particolarmente aggressivo. Coloro che scelgono Aspire V7 guadagnano una maggiore flessibilità di configurazione che contribuisce ovviamente anche a innalzare i costi.

Acer Iconia, i tablet ultraeconomici

Acer propone i tablet Android con display da 7,9 pollici Iconia A1-810 (solo WiFi) e A1-811 (3G) a 169 euro e 219 euro. Sono dotati di processore quad-core da 1,2 GHz e il display ha risoluzione 1.024×768, lo spessore di 11,1 mm e un peso di appena 410 grammi li fanno ben volere in qualsiasi situazione, anche per l’evidente tascabilità. Gli Iconia B1-710 e B1-711 (3G) con la diagonale da 7 pollici costano ancora meno (129 e 179 euro), sempre con Android, ma con cpu meno potente.

In entrambi i casi i modelli con il 3G arrivano a luglio, ma il segno dell’allineamento dei prezzi verso il basso sulle tavolette Android è forte. Acer vi arriva proponendo una dotazione di memoria fino a 16 Gbyte (ma espandibile tramite schedine microSD), si tratta di un taglio di memoria interna minimo rispetto alla proposta anche da 128 Gbyte di alcuni competitor, che contribuisce però alla lima di prezzo significativa. Infine, attesa per l’arrivo in Italia a giugno di Acer Liquid E2, uno smartphone quad-core Android JellyBean, con dual-sim che costerà 249 euro. Ad Acer Liquid E2 mancherà il supporto LTE, ma in questa fascia di prezzo è tra i modelli con le specifiche migliori.

Acer 2013

Image 1 of 27

Acer All-In-One con Android

 

 

 

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore