Ai fini Iva, più tempo per comunicare gli acquisti via Pos

News
Pos

L’Agenzia delle entrate ha emesso un provvedimento attraverso il quale, il direttore ha deciso di spostare dal 30 aprile al 15 ottobre il termine per la comunicazione dei dati delle operazioni rilevanti ai fini Iva, di importo non inferiore a 3.600 euro

Slitta al 15 ottobre la comunicazione degli acquisti tramite Pos.

Più tempo per gli operatori finanziari tenuti a comunicare i dati delle operazioni rilevanti ai fini Iva, di importo non inferiore a 3.600 euro, relative al periodo 6 luglio – 31 dicembre 2011, in cui l’acquirente è un consumatore finale che ha pagato con carta di credito, di debito o prepagata.

L’Agenzia delle entrate ha emesso un provvedimento attraverso il quale, il direttore ha deciso di spostare  il termine per la comunicazione dal 30 aprile al 15 ottobre 2012. Lo stesso provvedimento annuncia, inoltre, la pubblicazione sul sito internet dell’Agenzia delle entrate di nuove specifiche tecniche per l’invio dei dati, che andranno a sostituire quelle allegate al provvedimento del 29 dicembre 2011.

Gli operatori finanziari, chiamati al primo invio delle informazioni, hanno così più tempo a disposizione per mettere a punto i necessari adeguamenti tecnici.
In particolare, entro il nuovo termine del 15 ottobre, gli operatori sono tenuti a comunicare sia i dati relativi alle operazioni rilevate dal 6 luglio al 31 dicembre 2011, sia il numero di codice fiscale degli operatori commerciali con i quali hanno stipulato un contratto di installazione e utilizzo dei dispositivi Pos (Point of sale) per ricevere pagamenti con moneta elettronica, eventuali cessazioni comprese, insieme al codice di ogni terminale.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore