Alfresco Software a caccia di partner geografici e dedicati ai mercati verticali

News

Alberto Fidanza, direttore vendite di Alfresco Software, tira le somme a un anno dall’insediamento italiano della società. L’obiettivo è presidiare il territorio e reclutare partner specializzati nei mercati verticali

Servono nuovi partner sia per presidiare alcuni territori ancora scoperti sia per coprire segmenti di mercato verticali. A un anno di distanza, quasi, dal suo sbarco in Italia, Alfresco Software, società che copre il mercato dell’enterprise content management open source, tira le somme.

A ottobre scorso la società ha deciso di espandere il partner program, consentendo agli sviluppatori di applicazioni Oem di concentrarsi sulle competenze base. Poco prima dell’estate 2010 ha lanciato il programma Alfresco Community Committer Program e ora anticipa l’ingresso di nuovi partner e il prossimo arrivo di altri per coprire territori e mercati.

E’ Alberto Fidanza, direttore vendite di Alfresco Software, con un passato in Ibm, CA  Technologies e Check Point Software Technologies, solo per citarne alcune, ad aggiornare Channel Insider.

“Dato per assodato che il modello di vendita di Alfresco era totalmente via partner, l’obiettivo che mi sono posto quando sono arrivato in azienda è stato reclutare altri partner localizzati sul territorio pronti ad affrontare anche i grandi clienti (large account). A questo proposito ne abbiamo già localizzati uno in Emilia Romagna, uno in Puglia e un altro nel torinese”.

Ma non solo. Fidanza spiega anche la ricerca di partner che abbiano una “particolare attenzione per le soluzioni verticali”.

Se a luglio 2010, la società annunciava di aver già reclutato cinque partner e avviato il reclutamento di partner italiani per la diffusione delle soluzioni Alfresco di integrazione con Ibm Lotus social software e per la migrazione di soluzioni proprietarie, a oggi, Fidanza afferma che sul fronte delle migrazioniil lavoro è più delicato perché ci siamo posti l’obiettivo di coprire una tipologia di partner estesa e differente per skill e storia”, spiega.

Fidanza è convinto della bontà di affiancare a un cliente un partner locale che lo segua passo passo ma anche approcciare partner che guardino a soluzioni verticali. “Con un partner – spiega – stiamo lavorando per introdurre prodotti Alfresco per soluzioni in ambito ospedaliero e della pubblica amministrazione, sia centrale sia locale. Su quest’ultima, in particolare, per novembre e dicembre 2010 sarà comunicato proprio un progetto realizzato presso un pubblica amministrazione locale. Più in generale – continua – stiamo spaziando su diversi settori merceologici. Abbiamo tra i clienti anche ministeri, regioni, capoluoghi di provincia, buon successo nel mondo assicurativo e nell’area comunicazione. Infine, anche il mondo retail sta utilizzando prodotti Alfresco per l’area web”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore