AlgolNet, uniti per crescere

Strategie

Un consorzio di aziende a valore in grado di erogare servizi e competenze in aree specializzate. Questa è la mission di AlgolNet come racconta a CRN Vito Divincenzo, neo amministratore delegato.

Da una idea di partnership pensata circa diciotto mesi fa da Maurizio Liverani, presidente di Algol, nata AlgolNet, societ del Gruppo Algol, che inizialmente raggruppava una serie di system integrator e di var che avevano necessit di fare massa critica e che da gennaio 2002 diventata un soggetto forte, una vera e propria societ per azioni (con una quota maggioritaria in carico ad Algol) con lobiettivo di operare nel settore dei servizi di networking, telefonia, e segmenti di mercato a valore aggiunto.
Unorganizzazione fatta di partner che se da una parte possono usufruire di molti servizi e know-how messi a disposizione da Algol, dallaltra possono condividere le esperienze, attivare nuove opportunit di business e disporre di skill e prodotti a prezzi competitivi grazie allaiuto dellazionista forte. In sintesi questa AlgolNet, una nuova realt imprenditoriale che scommette su un nuovo approccio al mercato con un gruppo di partner competenti e consapevoli del loro ruolo.
Una realt al cui timone stato posto dallo scorso marzo Vito Divincenzo, amministratore delegato in carica con esperienze importanti in Computer Associates e recentemente in TinWeb, che esordisce confermando la bont della iniziativa Oggi AlgolNet, dichiara Divincenzo, una realt robusta composta da 18 partner – 30 se si aggiungono i diversi partner legati alla realt Cnsi – con capacit specifiche e competenze territoriali differenti che possono contare sullappoggio di una realt come Algol sia sotto il profilo degli skill e sotto il profilo dellesperienza sia sotto laspetto di magazzino prodotti e relazioni importanti con i vendor.
Infatti in AlgolNet sono presenti un gruppo di 18 societ che coprono praticamente la quasi totalit della penisola, ma soprattutto si differenziano per le proprie specificit.
Per esempio si trovano competenze sullo storage, nei servizi di networking, nella telefonia come anche nei call center, fino a progettazione di software per lintegrazione di sistemi erp, crm e soluzioni di formazione personalizzata. Un grande system integrator di riferimento soprattutto per la piccola e media impresa, che ora pu gi vantare alcune entrature nella pubblica amministrazione e verso aziende di un certo peso nellindustria privata.
Insomma, un bel consesso di possibili mercati, mercati che, come ci dice Divincenzo hanno generato per AlgolNet un giro daffari di circa 15 milioni di euro nel corso dello scorso anno, con una crescita prevista per il 2002 che dovrebbe aggirarsi sulla cifra di 25 milioni di euro, con una forte marginalit sui servizi.

Questa unorganizzazione destinata a crescere, non di molto per. Preferiamo – continua Divincenzo – poter mettere a disposizione del mercato poche ma serie aziende che possano vantare esperienze e professionalit piuttosto che avere un numero di partner, magari elevato, che per non hanno una vera e propria specializzazione ma solamente skill e propensioni di business generaliste.
Nelle parole di Divincenzo emerge un concetto interessante. AlgolNet deve proporsi al mercato come un partner in grado di distribuire servizi come un distributore a valore aggiunto su aree verticali ma a grande specializzazione. Con le competenze importanti che servono veramente alle aziende. In pratica gi oggi – precisa il manager – operiamo con partner con competenze specifiche in segmenti verticali, stiamo anche cercando nuovi partner in aree geografiche scoperte, sempre per con le caratteristiche precedentemente accennate. Per diventare affiliato, oltre alle competenze, AlgolNet chiede una quota di partecipazione di 9.000 euro, valore che per 7.500 euro viene successivamente restituito attraverso lerogazione di corsi di formazione. Essere affiliato – precisa Divincenzo – vuol anche dire poter disporre di percorsi di certificazioni al pi alto livello – le classiche certificazioni Gold – grazie anche alla riconoscibilit, alle relazioni, e alle competenze maturate nel tempo da Algol, con in pi la possibilit di accedere a programmi di scontistica, partecipare a eventi, roadshow, e accedere a servizi di tipo finanziario fino a poter disporre di un particolare skill nel caso in cui a fronte di un progetto con il proprio cliente il partner abbia bisogno di una competenza che non ha nella propria azienda. Unaltra attivit di cui siamo fieri, continua lamministratore delegato, lattivazione – con laiuto di Cegos – del progetto formazione per unit commerciali dei nostri partner. Una problematica non di poco conto visto che la provenienza principale delle aziende che fanno parte di AlgolNet ti tipo tecnologica.

Oltre alle piccole e medie imprese AlgolNet ha iniziato a confrontarsi anche con la pubblica amministrazione. Con la pubblica amministrazione stiamo lavorando sia a livello di formazione sia partecipando a veri e propri bandi di gara. In questultimo caso, per fare un esempio, per poter partecipare a una recente gara abbiamo potuto mettere insieme quattro realt – che prese singolarmente non avrebbero potuto partecipare – e che grazie alla comunit AlgolNet hanno potuto avere i prerequisiti, sottolinea soddisfatto Divincenzo, che tiene a precisare che il Gruppo sta anche pensando di mettersi sul mercato a disposizione delle grandi organizzazioni anche grazie alla certificazione Gold ottenuta recentemente con Citrix e alle partenership forti come quelle con Cisco.

La struttura AlgolNet posseduta al 60% da Algol e il restante 40% stato suddiviso tra 8 aziende. Presidente e espressione della minoranza stato eletto Carlo DAndrea mentre Vito Divincenzo il rappresentante della quota di maggioranza, nonch lamministratore delegato di AlgolNet. Le societ che compongono il Gruppo hanno generato nel 2001 un giro daffari di circa 15 milioni di euro.
Per le aziende che raggiungono un obiettivo prefissato Algol come benefit mette a disposizione la possibilit di entrare in AlgolNet da azionista. Inoltre attivo anche un apposito sito internet (www.algolnet.com) a disposizione dei partner dove presente un forum che consente agli operatori di scambiarsi le varie esperienze e disporre di altre informazioni come le disponibilit di magazzino.