Allnet.Italia sceglie i partner per assicurare datacenter di ultima generazione

Strategie
Emiliano Papadopoulos

Allnet.Italia ha sviluppato numerose collaborazioni con partner come Arista Networks ed Eaton, al fine di assicurare ai propri clienti un’ampia offerta di soluzioni per la creazione di datacenter di ultima generazione

Nell’epoca dell’economia digitale, la rapida diffusione dei dispositivi mobile, dei social network, dei servizi di cloud e dell’IoT sta trasformando i rapporti tra le aziende ed i propri interlocutori, interni ed esterni. Secondo Forrester, stiamo assistendo all’affermarsi “dell’era del consumatore” ossia, della “competizione dinamica” in cui la redditività di business dipende dalla capacità delle imprese di soddisfare in real-time l’aspettativa di clienti, utenti aziendali, impiegati, fornitori, partner, di accedere a dati, informazioni e contenuti, da qualsiasi dispositivo e da qualunque luogo.

“Prendendo come riferimento le ultime stime di Idc secondo cui, entro il 2018, il volume di dati generato da oltre 4 miliardi di utenti connessi sarà pari a 24 zettabyte, ovvero 6,75 TB per persona al giorno” spiega Emiliano Papadopoulos, ceo di Allnet.Italia “è facile comprendere come tale fenomeno vada inevitabilmente ad impattare sui carichi strutturali che i datacenter devono gestire quotidianamente e, soprattutto, sulla qualità del servizio in termini di efficienza e scalabilità”. 

Emiliano Papadopoulos
Emiliano Papadopoulos

Oggi, la spinta verso la trasformazione digitale rende determinante per le imprese adottare una visione di crescita sistemica, in cui la progettazione di un datacenter efficiente rientra tra le strategie di business fondamentali per la competitività aziendale. Alcune previsioni Idc mettono proprio l’accento sul rischio obsolescenza dei datacenter, evidenziando come, circa un quarto delle aziende, entro il 2017, si troverà di fronte a un disallineamento tra nuovi sistemi IT e soluzioni Power&Cooling in uso, con inevitabili ricadute negative in termini consumi energetici, continuità operativa, performance e capacity planning. “In tale scenario” commenta Papadopoulos “è di fondamentale importanza disegnare architetture di datacenter, anche virtualizzati, in grado di assicurare una maggiore potenza di elaborazione ed archiviazione dei dati, la protezione e la sicurezza degli stessi ed una massima continuità di esercizio, soprattutto in realtà come aereoporti, ospedali, banche o mercati finanziari.” E aggiunge “ Affinchè ciò avvenga, è necessario che tali infrastrutture garantiscano una disponibilità estremamente elevata, cosiddetta five-nine, ossia 99,999%, pari a non oltre 5 minuti di downtime in un anno, un sistema di disaster recovery aggiornato in tempo reale ed una capacità di risposta ai diversi carichi di lavoro quasi in real time. Inoltre, oggi, la progettazione di un datacenter efficiente, non può prescindere dall’adozione di tecnologie e standard volti a ridurne i consumi energetici e quindi l’impatto ambientale.”

A questo proposito, Allnet.Italia ha sviluppato numerose collaborazioni con partner come Arista Networks ed Eaton, al fine di assicurare ai propri clienti un’ampia offerta di soluzioni per la creazione di datacenter di ultima generazione.

In particolare, in questo scenario di trasformazione digitale, le piattaforme di switching di Arista rappresentano, una chiave di svolta per l’architettura di datacenter Software Defined Networking (SDN). Caratterizzate da bassi consumi e ingombri ridotti, con prodotti da 1/10 e 40GbE, fino a 100 GbE, tali soluzioni si rendono, infatti, idonee a realizzare datacenter basati su Extensible Operating System (EOS): un sistema operativo avanzato, cuore del sistema di Arista Networks. I vantaggi sono molteplici: la gestione attraverso una piattaforma completamente riconfigurabile via software porta ad un uso più efficiente delle risorse, ne aumenta la visibilità e il controllo e consente una serie di automatismi nel provisioning e nell’allocazione delle risorse che coinvolge l’intero datacenter. Inoltre, ha sviluppato una scheda DWDM e funzioni software che permettono di collegare più datacenter in un’unica infrastruttura logica distribuita, per facilitarne la gestione.

Grazie alla partnership con Eaton, società che opera nella gestione delle fonti energetiche diversificate, Allnet.Italia completa la propria offerta con la distribuzione di soluzioni di gestione dell’alimentazione elettrica, composti da un UPS intelligente, un sistema di distribuzione dell’alimentazione e da un software di gestione dell’alimentazione completo, in grado di garantire la massima integrità dei dati, business continuity e flessibilità. Il Software Intelligent Power Manager di Eaton, infatti, utilizza una semplice dashboard con display che consente di automatizzare la possibilità di trasferire, consolidare o arrestare le macchine virtuali (VM) in caso di interruzione dell’alimentazione.

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore