Amazon Kindle Fire 8.9 sotto la lente

Prodotti

Il tablet di Amazon Kindle Fire HD è votato all’intrattenimento. Il modello con la diagonale maggiore vanta migliori prestazioni, sempre a un prezzo contenuto. Pro e contro della proposta Amazon

Amazon Kindle Fire 8.9 costa 70 euro in più rispetto a Kindle Fire Hd con il display da 7 pollici  (269 euro contro 199 euro), ma le differenze tra il piccolo Kindle Fire Hd e Kindle Fire Hd 8,9 non stanno solo nella diagonale del display e nel prezzo. Il fratello maggiore ha una risoluzione superiore 1.920×1.200 contro i 1.280×800. Nel rapporto tra le diagonali solo l’utente accorto percepirà le differenze. Amazon ha lavorato anche sullo spessore riducendolo ulteriormente. Così, Kindle Fire Hd misura 4 mm in meno anche se è più pesante, sensibilmente, con i suoi 567 grammi. Un peso comunque inferiore di circa un etto rispetto all’iPad, che è di poco più largo. Amazon Kindle Fire Hd da 8,9 pollici è inoltre carrozzato con un processore di classe leggermente superiore rispetto al fratello e monta una CPU dual-core da 1,5 GHz Omap 4470. Non siamo nell’olimpo del quad-core con Nvidia Tegra, ma integrazione hardware e software sono ben collaudate e giocare è lo stesso appassionante.

Amazon Kindle Fire Hd da 8,9 pollici paga pegno al modello con la diagonale inferiore, invece, per quanto riguarda l’autonomia,  che si riduce da 11 a 10 ore.
Queste sono le differenze di base tra i due modelli, fatto salvo il fatto che lo chassis, i pulsanti e le interfacce sono praticamente identiche. Così come la disponibilità di memoria (16 o 32 Gbyte)
Da Amazon ci si aspetta ora un modello con la connettività Hsdpa o LTE incluse. Sì, ne sentiamo davvero il bisogno per competere ad armi pari con la pletora di tablet Android in circolazione; mentre dell’espansione della memoria – non disponibile – non se ne sente la mancanza, grazie agli ottimi servizi di sincronizzazione con la cloud Amazon, tanto che, anche nei menu Dispositivo e Cloud,  tablet e nuvola è come se fossero uno l’estensione dell’altro. Lo streaming live fuori dalla copertura WiFi ancora non è possibile e durante le nostre prove ne abbiamo sentito la necessità, proprio per dare continuità a un’esperienza ottima.

Amazon Kindle Fire HD vs Kindle Fire HD 8.9
Amazon Kindle Fire HD vs Kindle Fire HD 8.9

Ecco. La proposta di Amazon sui suoi Kindle è basata su Android, meglio di Android. E su questo, a nostro avviso, l’obiettivo è raggiunto. La nostra preferenza, pur con un catalogo di applicazioni decisamente inferiore, è netta. Preferiamo, per l’utilizzo per cui Kindle è pensato, il modello Amazon, con uno store più controllato (non si accede a Google Play), un’interfaccia dalla spiccata personalità, più semplice, più studiata e intuitiva, più votata ad evidenziare ed esaltare i contenuti. E in questo più vicina all’esperienza Apple iOs.

Amazon Kindle Fire HD o Google Nexus?

La famiglia Amazon Kindle Fire Hd è facile che in fase di scelta da parte dell’utente possa entrare in lotta di collisione direttamente con i Nexus, per esempio. Ma a questo punto ci spostiamo dalla questione pragmatica alla filosofia di sistema: Google tout court o Amazon?
Una chiave di lettura può essere quella appena espressa. Preferite l’apertura? Google. Scegliete il servizio impeccabile e la cura in ogni dettaglio? Meglio Amazon. Con il vostro Kindle Fire Hd potete fare di tutto, ma non troverete le applicazioni Google: Mail, Maps, Drive, non sono app da Amazon Store, non per ora.

Questo non vuol dire che certo che ne mancano le funzionalità, ma semplicemente che Google con le proprie è assente. La posta Gmail si consulta perfettamente con il client proposto, le mappe ovviamente ci sono. Ci sono e ben fatte tutte le più importanti app per musica (compreso Spotify), Amazon Cloud può importare la vostra collezione di brani, ci sono le app social, office e ovviamente, libri, riviste, fumetti (una lettura a Diabolik non può mancare), quello che volete e che pensate serva per la fruizione dei contenuti, in attesa – ancora – dei film, mentre al momento vi potete consolare con l’offerta Chili. Insomma, un tablet per la fruizione della multimedialità nel migliore dei mondi possibili che affronta e sfida i tablet tout-court, forte anche di alcuni dettagli software di attenzione alla famiglia, come il parental control, che andrebbe migliorato semplicemente con la possibilità di affiancare all’account utente, un account ‘genitore’ esso solo in grado di procedere con gli acquisti, da assegnare eventualmente agli utenti scelti.

La strada per Amazon è a nostro avviso quella giusta, ma ancora lunga, perché le nostre ricerche, anche nell’ambito delle apps votate ai contenuti, ha evidenziato alcune significative lacune (anche nei titoli di riviste e quotidiani) un terreno – quello della qualità delle apps – in cui al momento perdono ancora tutti – TUTTI – la sfida nei confronti con iOs.
Invece l’interpretazione di Android del software Amazon è vero punto di forza. Il sistema che propone Amazon è a nostro avviso più fluido di quanto Google stessa proponga sui suoi tablet, e se cloud deve essere, questa è la chiave di tutte le differenze: al momento quella di Amazon è la migliore.

Quanto sei aggiornato sul mondo dei tablet? Rispondi al nostro QUIZ

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore