Amazon, l’imballo che tutti vorrebbero: riciclabile e di facile apertura

News

Amazon porta avanti l’iniziativa Imballaggio Apertura Facile, partita 5 anni fa con 19 prodotti e oggi ne conta 200mila spediti in confezioni riciclabili e di facile apertura

Amazon alle prese con gli imballaggi ingombranti e inquinanti. La società porta avanti l’iniziativa Imballaggio Apertura Facile, partita 5 anni fa con 19 prodotti e oggi ne conta 200mila spediti in confezioni riciclabili e di facile apertura.

Con l’intento di alleviare lo stress e la frustrazione che molti subiscono nell’aprire scatole di giochi e prodotti di elettronica, Amazon lavora con i principali produttori per consegnare i prodotti in scatole di cartone più piccole, più facili da aprire e riciclabili, al fine di ridurre la quantità complessiva dei materiali utilizzati per il confezionamento e, al contempo, proteggerne il contenuto. imballaggio@shutterstock

Lanciata nel 2008, l’iniziativa è cresciuta in termini di partecipazione da 4 a oltre 2mila produttori in tutto il mondo, tra cui SanDisk, Kingston, Transcend, Tommee Tippee, Creative Labs, Kaspersky, Draper Tools, Belkin, Hewlett-Packard e molti altri. A oggi, Amazon ha spedito oltre 75 milioni di prodotti con Imballaggio Apertura Facile in 175 paesi. L’Imballaggio Apertura Facile di Amazon ha anche contribuito a ridurre i rifiuti dei clienti.

Al momento l’Imballaggio Apertura Facile ha permesso di: eliminare 1,67 milioni di metri quadrati di cartone; rimuovere 11,2 milioni di Kilogrammi di imballo e ridurre il volume totale delle scatole normalmente impiegate di oltre 410 mila metri cubi.

“Sappiamo cosa significhi lottare per cercare di estrarre un prodotto da confezioni quasi inaccessibili, confezioni di plastica sigillate o prodotti legati da decine di fili annodati”, ha affermato Jeff Bezos, fondatore e CEO di Amazon.com. “Abbiamo lavorato insieme ai produttori e agli stessi clienti per realizzare confezioni con Imballaggio Apertura Facile che siano semplici da aprire, proteggano il prodotto e, allo stesso tempo, riducano i rifiuti di scarto. Al momento contiamo oltre 2.000 produttori iscritti al nostro programma”.

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore