Ambiente e digitale terrestre nel cuore dell’elettronica di consumo

News

Digitale terrestre, risparmio energetico e normativa Raee al centro del
dibattito svoltosi alla tavola rotonda organizzata da Aires.

E’ intervenuto anche un rappresentante del governo, il sottosegretario al
ministero delle Comunicazioni Luigi Vimercati, alla tavola rotonda organizzata a
Milano dall’Associazione italiana retailer elettrodomestici specializzati
(Aires). I temi sul tavolo erano molti, con particolare attenzione a digitale
terrestre, risparmio energetico e normativa Raee. L’obiettivo: rilanciare il
mercato dell’elettronica di consumo in Europa e semplificare la legislazione in
materia. All’incontro hanno partecipato: Albino Sonato, presidente di Aires, e
il vice presidente, Pierluigi Bernasconi; Roberto Lisot, vice presidente
dell’Associazione Itc-Ce Anie, Piero Moscatelli, presidente di Ceced-Italia,
Bianca Papini, Marketing & Supporto DgtVi e Giuliano Pezzano, responsabile
Aires del comitato tecnico Raee.
Lo sviluppo della tecnologia del digitale terrestre, da sempre sostenuto da
Aires, fa parte, ha ribadito Vimercati, del programma di governo, che intende
supportare e promuovere l’innovazione. Questa tecnologia, sostengono gli
esperti, riguarderà 21 milioni di famiglie italiane e più di 50 milioni di
apparecchi televisivi. ??Per quel che riguarda il digitale terrestre la manovra
stanzia 40 milioni di euro in tre anni da ripartire su due fronti. Da una parte
dobbiamo incoraggiare i cittadini a comprare i nuovi apparecchi, dall’altra
dobbiamo sostenere l’industria dei contenuti??, ha dichiarato il
sottosegretario.
Da parte di Aires, c’è la necessità di capire bene come si evolve la tecnologia
e quali standard verranno adottati e in che tempi, per consentire ai produttori
di programmare il futuro. Secondo i dati del governo, il 2009 rappresenterà una
fase intermedia, mentre nel 2012 è previsto il vero lancio, con una offerta di
20/25 canali in chiaro a disposizione del pubblico.
Per quanto riguarda il risparmio energetico, Aires raccomanda l’estensione delle
detrazioni fiscali per la sostituzione dei vecchi elettrodomestici a un numero
maggiore di apparecchi. ??Gli incentivi oltre a comprendere anche lavatrici e
lavastoviglie ? ha spiegato Bernasconi ? devono essere estesi almeno per tre
anni se si vuole davvero rinnovare il parco degli elettrodomestici nelle
famiglie italiane?.
La normativa Raee per lo smaltimento dei rifiuti elettrici ed elettronici, al
centro di polemiche negli ultimi tempi, diverrà finalmente operativa dal 1°
gennaio 2007. Per Aires è necessario che si faccia chiarezza al più presto, per
evitare che il peso di questo provvedimento ricada tutto sui distributori.