Ancora positivo il mercato Pc in Emea

News

Lo sotiene Idc, che sottolinea un andamento oltre le aspettative per il terzo trimestre consecutivo.

La regione Emea (Europa, Medio Oriente e Africa) ha registrato un incremento anno su anno del 23% nel corso del secondo trimestre 2005. E’ quanto emerge dai dati raccolti dalla società di analisi Idc, che evidenzia un andamento del mercato Pc oltre le aspettative per il terzo quarter consecutivo. Il settore, afferma Idc, non è aumentato tanto in termini di pezzi venduti, ma viene fortemente sostenuto dalla domanda di computer entry level offerti a basso costo. Inoltre, la situazione attuale del cambio tra dollaro ed euro, ha spinto molti operatori di canale ha ordinare subito ai produttori i computer che intendono vendere in autunno, all’inizio della scuola. Questo comportamento ha fatto innalzare le consegne del periodo.
Per Idc, il mercato consumer continua a rispondere positivamente alla aggressiva campagna di abbassamento dei prezzi lanciata dai vendor, sia nei confronti dei notebook che dei desktop. Le vendite dei fissi, tra l’altro, sono particolarmente stimolate da un mercato di sostituzione, sostenuto dall’arrivo delle nuove tecnologie legate all’intrattenimento digitale. Nel segmento business, il settore viene trainato non solo dalla diminuzione dei prezzi, ma anche dalla forte richiesta di notebook da parte delle aziende di piccole e medie dimensioni.
La leadership del mercato Pc viene mantenuta da Hp, con Dell però sempre più vicina, rispettivamente con uno share del 16.7% e del 13.2%. Acer prosegue la sua corsa, attestandosi oltre il 9% di quote di mercato, con un incremento anno su anno superiore al 68%. Lenovo segue dietro Fujitsu Siemens con il 4.6%, ma gli analisti non forniscono alcun dato di riferimento anno su anno.