Apple: buoni numeri sulla trimestrale, ma la Borsa ha la memoria lunga

News
Apple@shutterstock

Nonostante buone performance trimestrali, Apple non convince e le Borse e gli analisti che si aspettavano vendite più consistenti di iPhone e iPad. In più insorgono timori sulla Cina, presto stoppati dalle dichiariazioni di Tim Cook

Dopo la trimestrale di Apple, il titolo ha iniziato a scendere in Borsa. Gli analisti e le Borse hanno letto dati che, seppur molto positivi, lasciano intravedere una sorta di incertezza. Delusione forse per le vendite di iPhone, delusione per la perdita di iPod, incertezze sulla Cina hanno portato al canlo in Borsa.

E, Tim Cook, ceo della società, ha lanciato acqua sul fuoco intervenendo durante la conference call con gli analisti sottolineando che in Cina “abbiamo avuto una partenza incredibile”. Ma veniamo ai numeri. Per il primo trimestre dell’anno fiscale 2014, conclusosi il 28 dicembre 2013, l’azienda ha annunciato un fatturato trimestrale di 57,6 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 13,1 miliardi di dollari, pari a 14,50 dollari per azione diluita.

Questi risultati si raffrontano con quelli dello stesso trimestre dell’anno passato in cui l’azienda aveva registrato un fatturato di 54,5 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 13,1 miliardi di dollari, pari a 13,81 dollari per azione diluita. Il margine lordo è stato del 37,9%, rispetto al 38,6%  registrato nello stesso trimestre di un anno fa. Le vendite internazionali hanno rappresentato il 63% del fatturato trimestrale.  Apple@shutterstock

L’Azienda ha venduto 51 milioni di iPhone, rispetto ai 47,8 milioni dello stesso trimestre di un anno fa. Apple ha inoltre venduto 26 milioni di iPad durante il trimestre, rispetto ai 22,9 milioni dello stesso trimestre dell’anno scorso. L’Azienda ha venduto 4,8 milioni di Mac durante il trimestre, rispetto ai 4,1 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso.

Ma non ci si deve dimenticare che, proprio a novembre dell’anno scorso, l’Ansa riprese la notizia che Foxconn, l’azienda taiwanese che per conto di Apple produce gli iPhone, aveva fermato la produzione dei nuovi iPhone 5C, uno dei due ultimi modelli lanciati lo scorso anno. Secondo le notizie che circolavano, la produzione sarebbe stata interrotta a causa dei molti difetti riscontrati nello smartphone e sulla stessa catena il 5C sarà sostituito dal 5S.

Lanciato lo scorso 20 settembre insieme al 5S, il 5C, che doveva essere nelle intenzioni dei vertici di Apple il primo iPhone low cost, non ha riscontrato il successo sperato. Il 5C, infatti, rappresenta il 21,4% delle vendite totali di Apple in Cina, mentre il 5S rappresenta il 78,6%. Nel mercato globale, per ogni 5C sono stati venduti 2,23 iPhone 5S, cosa che ha spinto la Apple a ridurre gli ordini per l’iPhone 5C del 20% dalla Pegatron, altro fornitore e di un terzo dalla Foxconn, con la possibilità che la diminuzione degli ordini possa aumentare. Il Consiglio di Amministrazione Apple ha dichiarato un dividendo cash di 3,05 dollari per azione delle azioni ordinarie dell’azienda. Il dividendo è pagabile il 13 Febbraio 2014 agli azionisti che risultano alla chiusura delle attività il 10 Febbraio 2014.

“Siamo molto soddisfatti delle nostre vendite record iPhone e iPad, delle ottime performance dei nostri prodotti Mac e della crescita continua di iTunes, Software e Servizi” ha affermato Cook. “Amiamo il fatto di avere i clienti più soddisfatti, fedeli e impegnati, e continuiamo ad investire pesantemente sul nostro futuro per rendere la loro esperienza con i  nostri prodotti e servizi ancora migliore.”

Abbiamo generato 22,7 miliardi in cash flow dalle operation e abbiamo restituito altri 7,7 miliardi di dollari in cash agli azionisti attraverso i dividendi e riacquisti azionari nel corso del trimestre di Dicembre, portando i pagamenti totali effettuati nell’ambito del nostro programma di ritorno del capitale ad oltre 43 miliardi di dollari,” ha affermato Peter Oppenheimer, cfo di Apple.

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore