Apple domina negli smartphone ma Android prima tra le piattaforme diffuse

News
android@shutterstock

Apple è il produttore di smartphone numero uno negli Stati Uniti, con una quota di mercato di quasi il 41%. Seconda la compagnia sudcoreana Samsung, anche se il sistema operativo Android di Google (disponibile su telefoni di più aziende) è il primo fra le piattaforme più diffuse. È la stima di comScore

Apple domina il mercato statunitense degli smartphone ma Android è il sistema operativo più diffuso. Come ha confermato Steve Brazier, president e ceo di Canalys, durante l’ultima edizione della manifestazione tenutasi a Barcellona, Android di Google è aumentato molto tra le piattaforme sia in ambito consumer sia in ambito professional e oggi, anche comScore, ne dà conferma contrapponendo lo slancio degli amrtphone Apple.

Infatti, secondo l’Ansa, Apple è il produttore di smartphone numero uno negli Stati Uniti, con una quota di mercato di quasi il 41%. Seconda la compagnia sudcoreana Samsung, anche se il sistema operativo Android di Google (disponibile su telefoni di più aziende) è il primo fra le piattaforme più diffuse. È la stima di comScore riferita al trimestre terminato ad agosto 2013, prima del lancio dei nuovi iPhone. Bilancio importante per Cupertino che nel weekend ha commemorato due anni dalla scomparsa di Steve Jobs. android@shutterstock

Steve Brazier
Steve Brazier

Nel periodo di riferimento, secondo le stime di comScore, negli Usa Apple ha confermato la prima posizione come produttore di smartphone con una quota di mercato del 40,7%. Samsung è seconda con il 24,3%, seguita da HTC (7,4%) e Motorola (6,9%) che ha da poco lanciato il ”telefonino patriottico” Moto X completamente made in Usa. Sul piano delle piattaforme, i sistemi operativi coi quali funzionano i telefoni, Android di Google è primo negli Usa con una quota di mercato del 51,6%. iOS di Apple è al secondo posto col 40,7%. Le stime di comScore non comprendono le vendite dei nuovi iPhone, 5C e 5s, sul mercato da fine settembre, ma arrivano a ridosso di un anniversario importante per Apple.

Nel fine settimana sono trascorsi due anni dalla morte di Steve Jobs. L’attuale Ceo Tim Cook lo ha ricordato pubblicamente sabato con un tweet e il giorno prima con una nota interna per i dipendenti Apple invitandoli a riflettere su quanto Jobs ha significato per loro e per il mondo.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore