Apple e Samsung di nuovo ai ferri corti

News
GALAXY S III Samsung

Apple dichiara di nuovo guerra a Samsung per bloccare le vendite negli Usa del Galaxy S3 reo, secondo la casa di Cupertino, di aver infranto alcuni brevetti dell’iPhone

E ci risiamo.  Apple dichiara di nuovo guerra a Samsung. Questa volta per bloccare le vendite negli Stati Uniti del nuovo smartphone Galaxy S3, perché infrangerebbe alcuni brevetti dell’iPhone relativi all’interfaccia utente.

Da parte sua  Samsung ha dichiarato che si opporrà alle richieste fatte da Apple in tribunale e ha confermato il lancio del telefonino sul mercato americano per il prossimo 21 giugno.
Dimostreremo in tribunale che il Galaxy S3 è un telefono diverso e innovativo”, ha avvertito la società in un comunicato, sottolineando che “i clienti non si devono preoccupare perché le vendite procederanno come previsto”.

Ma la guerra tra le due società non è una novità. A marzo scorso  il tribunale civile di Parigi ha respinto una causa intentata dalla stessa Samsung contro Apple per presunta violazione di brevetto. “La corte ha spiegato la sua decisione sottolineando come non ci siano motivi per un ricorso immediato. Lo stesso tribunale parigino, sta peraltro esaminando un’ulteriore causa per violazione di altre tipologie di brevetto”.

E prima ancora, Apple uscì a mani vuote dal tribunale olandese. Anche presso la corte di The Hague Apple cercava di dimostrare che il Samsung Galaxy Tab 10.1 violasse il “look and feel” di iPad. Ma la somiglianza fra i device non ha convinto il tribunale olandese, a differenza di quello tedesco (dove il Samsung ha cambiato il design del Galaxy Tab per venire incontro alle esigenze della corta, evitando la messa al mando). Una nuova sconfitta per Apple, dopo quella recente in Australia.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore