Apple, fervono i preparativi per il nuovo iPhone e la Foxconn assume

Strategie
apple, garanzia@shutterstock

Nel solo stabilimento Foxconn di Zhengzhou, in Cina, il maggiore per la produzione di iPhone, da fine marzo ogni settimana sono assunte circa 10 mila nuove persone destinate alla catena di assemblaggio

Il nuovo iPhone è in cantiere e, a sollevare voci a riguardo, potrebbe essere l’impennata di assunzioni di Foxconn, il principale fornitore di Apple, con base a Taiwan.

Secondo TMNews, nel solo stabilimento di Zhengzhou, in Cina, il maggiore per la produzione di iPhone, da fine marzo ogni settimana sono assunte circa 10 mila nuove persone destinate alla catena di assemblaggio.

A riportare la notizia è il Wall Street Journal, chiarendo che il portavoce ufficiale di Foxconn ha parlato in generale solo di “un incremento della forza di lavoro a Zhengzhou, per rispondere alla domanda stagionale”. Ma un manager della società taiwanese con conoscenza diretta dei piani di produzione, ha detto che l’azienda è stata “molto impegnata ultimamente, dal momento che stiamo per iniziare la produzione di massa del nuovo iPhone”. Sempre secondo il quotidiano finanziario, oltre a lanciare l’ultima generazione di smartphone, Apple potrebbe iniziare la produzione di una versione più economica di iPhone, in risposta ai modelli più economici del concorrente Samsung.Apple iPad Mini

Facebook è in trattative con Apple per portare il suo Facebook Home sull’iPhone? Forse è presto per parlare di negoziati, ma colloqui con Apple sono stati avviati. Il social network di Menlo Park vuole far crescere i ricavi da Mobile, sfruttando maggiormente il fatto che percentuali crescenti di utenti si connettono a Facebook da piccoli schermi in mobilità. Per questo motivo, il Ceo Mark Zuckerberg ha sviluppato Facebook Home, in download da Google Play.

Il servizio del social network vuole espandersi su altre piattaforme mobili, anche quelle di Apple e Microsoft. Attualmente il 70% dei possessori di smartphone, usa il dispositivo per accedere a Facebook, secondo Idc. Facebook Home è l’interfaccia utente (UI) che si sovrappone ad Android e porta Facebook in home screen, permettendo di accedere direttamente alle apps del social network, cambiando la schermata iniziale di Android e bypassando l’ecosistema di Google. L’HTC First, che Mark Zuckerberg ha definito “minimalista e bello”, è il primo smartphone Android on l’app preinstallata.

Ma Apple ha in serbo un’altra novità: iRadio potrebbe diventare presto realtà. Le voci sul nuovo servizio musicale di Apple, pronto a offrire un palinsesto tutto costruito sui gusti degli ascoltatori, diventano sempre più insistenti. A quanto pare, Cupertino potrebbe – proprio questa settimana – firmare l’accordo con una delle principali case discografiche americane, Universal Music Group, per ottenere i diritti d’autore necessari allo streaming online. Anche l’intesa con Warner Music sarebbe vicina, mentre più lente sarebbero le trattative con Sony Music Entertainement.

Tutto si gioca sul prezzo su cui si troverà l’accordo con i giganti della musica mondiale. Secondo il New York Post, la società di software avrebbe inizialmente offerto 6 centesimi di dollari per ogni 100 streaming, circa la metà di quello che paga Pandora – l’altro grande servizio di musica online americano – e ancora meno di quanto paga Spotify, che deve dare addirittura 35 centesimi ogni 100 passaggi.

QUIZ – Quanto conosci Apple?

QUIZ – Hai seguito passo passo l’evoluzione dell’iPhone?

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore