Apple sta per lanciare due prodotti approvati da Steve Jobs

News
iPad@shutterstock

L’era di Steve Jobs potrebbe non essere ancora finita: le prossime due generazioni di iPhone sarebbero state concepite e approvate dal guru-fondatore di Apple. Due dei telefonini di Apple, non ancora realizzati avrebbero “preceduto Tim Cook”, oggi alla guida di Apple dopo la scomparsa di Jobs

Il fantasma di Steve Jobs si aggirerebbe tra i corridoi di casa Apple. Secondo alcune indiscrezioni e dichiarazioni riportate dal San Francisco Examiner, la rivelazione arriva dal procuratore distrettuale di San Francisco (California) George Gascon, che ha incontrato Michael Foulkes, un responsabile dell’azienda di Cupertino per parlare di furti di iPhone, che nell’ultimo periodo stanno continuando a crescere.

Secondo TMNews l’era di Steve Jobs potrebbe non essere ancora finita: le prossime due generazioni di iPhone, infatti, sarebbero state concepite e approvate dal guru-fondatore di Apple. Gascon ha sottolineato che due dei telefonini di Apple, non ancora realizzati avrebbero “preceduto Tim Cook”, oggi alla guida di Apple dopo la scomparsa di Jobs. Uno potrebbe essere il prossimo iPhone 5S che dovrebbe essere presentato il prossimo giugno. L’altro, secondo voci che da tempo circolano in rete, riguarda il tanto acclamato iPhone a basso costo, dedicato ai mercati in via di sviluppo, India e Cina.
L’ombra del guru di Apple però potrebbe riservare ancora qualche sorpresa, visto che molte voci circolate dopo la sua morte sostenevano che Jobs aveva lasciato un “tesoretto” di prodotti.
Chissà se anche iWatch e iTv, i prodotti che tutti danno come prossimi alla realizzazione, e magari altri gadget top secret siano stati approvati dal fondatore di Apple, si domanda TMnews.

Facciamo un po’ di storia.
Secondo TMNews e le voci che circolano tra gli analisti e gli appassionati dei prodotti Apple, gli articoli su cui il gruppo sta lavorando per la consegna estiva sono un’iPhone5S e una versione dello smartphone a basso costo pensato per chi non vuole spendere più di 500 dollari per un cellulare del gruppo di Cupertino, in California. Lo scrive il blog giapponese di tecnologia EMSOne.
Gli analisti hanno più volte sostenuto che Apple abbia saturato il mercato della telefonia mobile di alta gamma. I consumatori che si possono permettere uno smartphone costoso ne hanno già uno, motivo per cui il gruppo starebbe puntando su un target meno abbiente.apple imac
Quanto alle novità di prodotto, l’iPhone5S non dovrebbe avere cambiamenti significativi rispetto all’ultima versione del telefonino – l’iPhone 5 – in vendita dal settembre scorso.
Quello a basso costo invece dovrebbe essere diverso. Invece di una ‘case’ (il guscio con cui è fatto l’iPhone) di alluminio come quella del modello 5, ne verrà fatta una di policarbonato. Lo schermo dovrebbe inoltre essere di 4,5 pollici contro i 4 dell’iPhone5.
Come riportato il mese scorso dall’AFP, nel corso del 2013 Apple potrebbe introdurre una terza novità per i suoi smartphone: l’iPhone6 giusto in tempo per lo shopping natalizio. Ma si ricorderà anche l’annuncio fatto ai primi di gennaio in cui si parlava di un iPhone economico, anche se in un’intervista al giornale cinese Shanghai Evening News, Phil Schiller, senior vice presidente del marketing globale di Apple, negò tutto e gelò le ipotesi di un iPhone low-cost, rilanciate da indiscrezioni riportate da Bloomberg. Niente iPhone low-cost nel futuro di Apple: non c’è nessuna verità nei report che parlano di un iPhone economico, per tutte le tasche, destinato ai paesi emergenti. Lo riportava Next Web.
Nonostante la popolarità degli smartphone low-cost, questa gamma di prodotti poco costosi non saranno mai nelle corde di Apple, un brand che vuole rimanere legato all’alta gamma. Apple non vuole perdere la sua profittabilità da sogno: anche se detiene circa il 20% del mercato smartphone (contro il 70% di Android), Apple ricava da iPhone il 75% dei profitti.

Era l’iWatch…
Dopo l’iPhone e l’iPad Apple starebbe lavorando alla creazione di un iWatch con alcune funzioni di uno smartphone. E’ quanto riporta oggi il Wall Streeet Journal, cita TMNews, secondo il quale il gigante informatico di Cupertino avrebbe già avviato una collaborazione con il partner manifatturiero Foxconn.
Secondo informazioni del New York Times gli iWatch dovrebbero utilizzare lo stesso sistema opeativo iOS dell’iPhone. Molti prototipi e studi di design della Apple, ricordano entrambi i giornali, non hanno mai visto la luce.

L’orologio di Apple è in cantiere. Apple sta testando il display ricurvo per realizzare iWatch, l’orologio con sistema operativo iOS, per sfidare Pebble, l’orologio hi-tech che ha stupito il CES 2013. Apple ha in progetto un design accattivante per un dispositivo con l’OS di iPhone e iPad, ma soprattutto renda possibili i pagamenti mobili. Lo riporta il New York Times. Il nuovo dispositivo mobile, con schermo OLED da 1.5 pollici e connettività Bluetooth, sarebbe in fase sperimentale, e dovrebbe operare con la piattaforma di Apple iOS, la stessa di iPhone, iPad e iPod Touch. Potrebbe essere un iPod Nano indossabile.

Anche il Wall Street Journal (Wsj) afferma che Foxconn sia impegnata nel produrre tecnologie da indossare.
Leggero (appena 38 grammi), dotato di schermo e-ink in bianco e nero da 1,26 pollici con risoluzione 144×168 pixel, con un’autonomia di circa una settimana, Pebble è l’orologio da polso intelligente, per iOS e Android, che è leggibile anche sotto la luce diretta del sole, è impermeabile ed equipaggiato con accelerometro, magnetometro, meccanismo di vibrazione, retroilluminazione e sensore di luminosità integrato. La connettività è affidata al Bluetooth versione 2.1+EDR, che riceverà un update software nei prossimi mesi per aggiornarsi alla versione 4.0. Grazie a un kit di sviluppo Open, Pebble, finanziato da Kickstarter, potrà implementare in futuro nuove funzionalità.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore