Assintel, tiene il mercato It

Strategie

Il Report 2008 dell’Associazione Nazionale delle Imprese Ict evidenzia un tasso di crescita del settore del 2%, trainato dal comparto software (+3,8%). Ma l’Italia è in netto ritardo rispetto alla media europea (+3,9%)

Il mercato dell’Information Technology italiano nel 2008 ha continuato la sua crescita, mettendo a segno un +2%, pari a un giro d’affari complessivo di 21.855 milioni di euro. Questo è quanto afferma l’Assintel Report 2008, la ricerca annuale sul mercato del software e servizi in Italia proposta dall’Associazione Nazionale delle Imprese Ict e realizzata da Nextvalue,

Nonostante il continuo peggioramento dell’economia e degli investimenti ai quali si aggiungono fattori interni come la stagnazione delle tariffe professionali, la mancanza di programma a sostegno delle infrastrutture e dell’innovazione e la stagnazione della Pa centrale, il tasso di crescita non si è esaurito nel 2008, ma rimane comunque inferiore alla media europea (+3,9%).

A fronte di questi dati il presidente di Assintel, Giorgio Rapari, ha fornito questa chiave di lettura: “L’Italia stia scontando l’assenza di una vera politica di crescita e di un vero programma di sviluppo che supporti l’aggregazione virtuosa fra imprese, permettendo di superare il disvalore della frammentazione e della ridotta dimensione aziendale”.

Guardando più in dettaglio il report, si nota che il Software conferma un trend che dura ormai da 4 anni e che nel 2008 porta al raggiungimento di 4.210 milioni di euro, che equivale a una crescita di +3,8% (era stata del 3,4% lo scorso anno e del +2,6% nel 2006). Il Middleware è il segmento che ha le migliori performance e cresce per il sesto anno consecutivo a ritmi elevati, simili a quelli europei, raggiungendo il +6,1% per un giro d’affari di 1.288 milioni di euro.

Nel caso del Software Applicativo la crescita è del +3,3% a 2.380 milioni di euro. All’interno di questo segmento, si evidenziano le prestazioni del Content Management (+11,4%) e della Business Intelligence (+ 5,4%); la peggiore performance è quella dei Package gestionali, che continua la fase negativa in atto (- 2,8%).

Il Software di Sistema segna un modesto +0,9% per 542 milioni di euro, un risultato essenzialmente legato al buon andamento del comparto hardware e alle inevitabili necessit