Balestrini (Avaya): sono maturi i tempi per fare business con il cloud

NewsStrategie
Vittorio Balestrini, Avaya

Vittorio Balestrini, Channel Sales Manager di Avaya Italia, spiega la strategia aziendale, spiega l’importanza di lavorare con i partner sul territorio e sul cloud stacca un ringraziamento ai service provider che fanno cultura a riguardo

Sono più di 300 le aziende registrate nel partner connect di Avaya, aziende che vanno dal piccolo reseller al grande service provider.

Avaya lavora con il canale dal 2000 e, Vittorio Balestrini, Channel Sales Manager di Avaya Italia, spiega che le aziende che fanno parte del canale subiscono sempre una evoluzione, sia qualitiativa, sia quantitativa. “Se il partner entro sei mesi non performa è messo in un out of bording ma c’è sempre un recruiting sul territorio”.

Balestrini spiega che Avaya si avvale di aziende sul territorio che lavorano con le realtà locali. “Capita spesso – spiega – che alcuni clienti chiedano di essere seguiti da una realtà locale che possa poi aiutare e soddisfare le esigenze dei clienti”. Sull’offerta, Balestrini dice che  è “difficile verticalizzare perché abbiamo soluzioni differenti per mercati altrettanto differenti, come,  per esempio, prodotti che vanno al mercato Smb e fanno parte di un portafoglio più completo di Unified communication. L’azienda partner che si rivolge al cliente accomunato al mercato Smb ha un preciso prodotto per sviluppare offerta. La nostra offerta si compone di un primo zoccolo per la parte infrastrutturale, poi c’è la parte di data networking, i centralini ossia Unified communication, la parte di applicazioni e in base al tipo di cliente e skill è in grado di sviluppare l’offerta e completa al cliente finale”.

Parlare di cloud significa parlare di cultura. Secondo Balestrini “il cliente della media impresa oggi ha ancora al proprio interno la capacità e la volontà di gestire i sistemi in casa propria. Dobbiamo ringraziare i service provider che spingono molto e fanno education”, spiega. “Secondo me siamo vicini alla meta per il cloud perché può essere visto come l’evoluzione dell’offerta hosted di qualche anno fa: i prodotti ci sono, le aziende sono pronte a capire che il cloud è una soluzione di vantaggio”.

Per quanto riguarda gli ultimi sviluppi dell’offerta, Balestrini spiega che Avaya continua a sviluppare prodotti nuovi e release. “Uno dei settori per cui stiamo lavorando molto via partnership è la Pa, nella quale includo le aziende sanitarie locali, gli ospedali sui quali, oggi, stiamo lavorando bene, a dispetto della crisi e grazie al fatto che abbiamo vinto alcune convenzioni che ci hanno permesso di stare sul mercato. Unified communication è il punto fondamentale su cui noi stiamo sviluppando e a prescindere dal grande comune o piccolo noi abbiamo prodotti che sono ben conosciuti e performanti”.

Abbiamo una sola soluzione cloud che si sposa con il mondo del cloud e operiamo con alcuni service provider per realizzare l’offerta su mercato enterprise di tipo cloud a oggi si compone di tanti pezzi. Oggi la tecnologia è pronta per il cloud a tutto tondo: il passo successivo sarà identificare il cliente, che spesso un po’ indeciso, su quale sia la soluzione da identificare”, conclude Balestrini.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore