Banche e imprese: denaro fresco per la ripresa

News

Durante il meeting di Rimini, Giuseppe Mussari, presidente dell’Abi e di Banca Mps, sottolinea come a settembre imprese e banche dovranno discutere e trovare strumenti per affrontare la risalita dopo la crisi

A settembre banche e imprese italiane dovranno ritrovarsi per creare nuovi strumenti di credito per fornire denaro fresco e permettere agli imprenditori italiani di investire e affrontare la risalita dopo la crisi. E’ quanto ha affermato Giuseppe Mussari, presidente dell’Abi e di Banca Mps, intervenuto ieri al Meeting dell’amicizia in corso a Rimini.

Con le imprese da settembre dobbiamo ragionare su come affrontare la salita. Dobbiamo cercare di trovare la soluzione giusta per rendere il credito qualitativamente più facile e meno costoso e più giusto”, ha detto Mussari.

Il neopresidente dell’Abi ha aggiunto che “per l’impresa abbiamo bisogno di nuovo credito e non di rinegoziare il vecchio, di ragionare in termini di strumenti esistenti e di strumenti nuovi. Dobbiamo ragionare sulle garanzie che ci devono essere“.

Mussari ha detto di condividere quanto affermato nello stesso convegno dal presidente del Consiglio di sorveglianza del Banco popolare, Carlo Fratta Pasini che aveva invitato “le migliaia di direttori di filiale delle nostre banche a non essere solo buoni venditori di prodotti finanziari ma gente capace di ascoltare gli imprenditori”.

“Questo è lo sforzo che l’Abi vorrebbe fare. Vorremmo anche stare insieme con imprese e famiglie: la trasparenza o è semplice o è un simulacro. Le regole servono per fare capire al cliente quello che deve capire, non ad altro. Dobbiamo costruire un sistema di comunicazione con responsabilità e linearità“, ha aggiunto Mussari.

Un’ultima battuta il neo presidente dell’Abi l’ha rivolta al mondo della finanza internazionale secondo il quale i Paesi più deboli dell’Europa vengono definiti Pigs, dall’acronimo delle loro iniziali (Portogallo, Irlanda, Grecia e Spagna nazioni alle quali viene talvolta aggiunta una seconda ‘i’ per Italia), un termine però che in inglese significa ‘maiali’: “Chi vuole dare lezioni ha bisogno lui stesso di tante buone lezioni per migliorare il suo lessico e per non dare del maiale a nessuno”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore