Bergamino (Panasonic): un pallet box con otto multifunzioni per aumentare il mercato consumer

Strategie
Stefano Bergamino_Panasonic

Stefano Bergamino, product manager System Communication Solutions di Panasonic System Communications Europe, spiega la strategia aziendale che punta a una maggiore concentrazione sul mercato consumer attraverso una serie di investimenti e un pallet box posizionato nei punti vendita con otto multifunzioni diverse

Affrontare il mercato consumer con maggiore incisività. Questo è uno degli obiettivi che si è prefissata Panasonic System Communications Europe fin dallo scorso anno fiscale e proseguirà anche per il nuovo anno fiscale. E’ Stefano Bergamino, product manager System Communication Solutions della società a spiegare a ChannelBiz questa evoluzione che, ribadisce, non si tradurrà in un abbandono totale o parziale del canale più professionale, ma una concentrazione superiore “nel canale – dice il manager – sul quale siamo rimasti un po’ indietro”.

La strategia che corre lungo gli scaffali retail riguarda, principalmente, le multifunzioni laser “strategiche ai fini della vendita in questo canale che offre maggiore visibilità e, sul quale, stiamo investendo per entrarvi il più velocemente possibile e per questo, la nostra fabbrica in Giappone ci sta supportando sviluppando una serie di prodotti specifici per questo mercato: dalle multifunzioni laser più compatte a quelle che offrono prestazioni di fascia medio alta”. Panasonic

Bergamino spiega che il target a cui si rivolerà Panasonic con questi prodotti e su questo canale sono sia gli utenti privati sia le partite Iva. “Stiamo facendo attività con i partner di Panasonic, utilizzando la stessa forza vendita focalizzata sulla parte cordlesss, per sviluppare il fax printing. Sono più di 800 i punti vendita in Italia coinvolti con i quali stiamo iniziando un’attività in shop, concentrandoci – spiega Bergamino – mese per mese sia con attività sui nuovi negozi sia su quelli che già sono nostri partner per aumentare la visibilità. Si tratta, in particolare, di attività in shop attraverso pallet box ossia dei veri e propri contenitori da 1,60 metri in altezza, circa un metro di profondità e due di larghezza, dentro i quali sono inserite 8 tipi di multifunzione”.

Quali le ragioni, chiediamo a Bergamino? “Abbiamo deciso di togliere i prodotti dal nostro scaffale affidandoli ai partner che hanno molto spazio. Consegniamo, pertanto, il pallet già pronto al punto vendita che ha spazio. Inoltre – prosegue – lavoriamo di volantini, molto più locali che nazionali. Nostri partner sono: Euronics, Expert, Sme, catena attiva soprattutto nel Nord Est, Trony, Iper”.

Bergamino, a domanda specifica sulle difficoltà in cui versa oggi la Grande distribuzione, conferma le difficoltà derivanti dalla crisi economica e la grave recessione ma fa dei distinguo. “C’è chi è in difficoltà ma nonostante il calo resta un’azienda sana e sta facendo una riflessione sui primi tre mesi del 2012 che non sono certo da ricordare”, chiarisce. Sui margini, Bergamino fa una riflessione legata alla flessibilità della business unit. “La flessibilità ci consente di osservare e scartare le richieste di partnership sfavorevoli e di accettare quelle che portano un contributo a entrambe le parti”, conclude.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore