Big Data e scalabilità riassumono Emc World 2011

Mercato

A Emc World 2011 di Las Vegas, partner, clienti e addetti ai lavori da 43 diversi paesi nel mondo, hanno atteso dalla voce di Joe Tucci, Chairman Presidente e Ceo di Emc, la ricetta su come fare per accelerare e quali sono gli strumenti nuovi che Emc mette loro a diposizione per gestire i Big Data

 

Non è la prima volta che dopo l’affermarsi di nuovi sistemi, tecnologie e infrastrutture (in questo caso parliamo di cloud) seguono appelli “all’accelerazione” nella loro adozione. E a Emc World 2011 – che quest’anno si tiene a Las Vegas – 10.000 tra partner, clienti e addetti ai lavori da 43 diversi paesi nel mondo, hanno atteso dalla voce di Joe Tucci, Chairman Presidente e Ceo di Emc, la ricetta su come fare per “accelerare” e quali sono gli strumenti nuovi che Emc mette loro a diposizione per gestire i Big Data. Proprio così come, solo un anno fa, lo stesso Joe Tucci invitava tutti al viaggio verso il Private Cloud nell’edizione di Emc World 2010, a Boston.

Emc World 2011, si riassume in due parole: Big Data e scalabilità.

Jeremy Burton Executive Vice President and chief Marketing Officer introduce i lavori e spiega: “Avere a che fare con big data significa sapere gestire, trattare, e analizzare petabyte ed exabyte di dati, non solo quelli dei database enterprise, non solo i dati strutturati. Il valore dello storage è legato all’analisi, per far fruttare quello che le informazioni possono suggerire al business. Questa la sfida che ci attende”.

E allora si parte davvero e ci si muove dal private cloud al cloud ibrido (Automated Hybrid Cloud Infrastructure).

Ecco il reportage dell’evento.

Joe Tucci (EMC), acceleriamo il viaggio verso il cloud

Brian Gallagher (EMC), con vplex Geo cade il limite della distanza per la sincronizzazione in the cloud

Pat Gelsinger (Emc), Project Lightning è la nostra idea per sfruttare la meglio le risorse flash storage/serve

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore