Bonacina (Microsoft): Roadshow per Windows 7 e relazione forte con 600 dealer pmi

Strategie

Primo Bonacina, direttore small business and distribution, accentua la cura dei partner dedicata alla pmi. E con i distributori si appresta a girare l’Italia per lanciare Windows 7

I sette (storici)  distributori dedicati all’offerta tradizionale di Microsoft Italia (Esprinet, Computer Gross, TechData, Ingram Micro, CDC, Bell Micro e Logicom) e i 600 rivenditori attivi sulla piccola e media impresa si interfacceranno da ora in avanti con nuovo gruppo di  persone – guidato da Primo Bonacina, direttore small business and distribution di Microsoft  Italia – che avrà l’obiettivo di essere un referente puntuale per il canale indiretto, soprattutto ora che Microsoft si appresta a rilasciare Windows 7.

“Questo nuovo gruppo di lavoro  –  precisa Bonacinaconta sette persone che garantiscono  un rapporto 1 a 100 con i reseller attivi su  aziende da 5 a 250 dipendenti, per aiutarli a meglio capire l’offerta di Microsoft , che vuole presentarsi  come un’unica entità, una sola ‘one microsoft’ nel rapporto con i partner”.

La novità è proprio l’attenzione verso  i partner dedicati alle pmi, che ora possono contare su un team unico interno all’azienda per le strategie di go to market, “perché  credo – precisa Bonacina – che  la relazione con i partner, soprattutto in Italia, sia  fondamentale soprattutto se gestita in completo accordo con i distributori  ai quali continuiamo a demandare  il supporto finanziario”.

I partner che seguono la pmi hanno maggior bisogno di capire i prodotti e di veicolarli a seconda delle esigenze dei clienti e dei mercati, e a loro è indirizzata la campagna “Innovare e competere” che si basa sulla promozioni di prodotti con prezzi interessanti che invoglino gli acquisti.
Diverso è l’approccio che stimola il mercato retail, al momento focalizzato sul lancio di Windows 7 che sarà su tutti i prodotti a scaffale a partire da giovedì 22 ottobre.

Un lancio articolato quello di Seven: Microsoft con i distributori incontrerà dealer e var in giro per l’Italia con un roadshow di una trentina di tappe che si accompagnerà a eventi di formazione anche per gli utenti finali, dal nome esplicativo “mobili7ation”.  “Contiamo su un forte fenomeno di diffusione di Windows 7 nel mercato consumer  che potrà essere un driver verso l’utenza enterprise e verso la pmi. E’ prematuro dirlo, ma ci aspettiamo un rimbalzo a doppia cifra: credo in una migrazione ragionevole e veloce del mondo consumer verso Windows 7”.

I partner di Microsoft, comunque, nonostante il lancio di Seven, non abbassano la guardia sulla strategia di  vendita online legata a Bpos che – precisa Bonacina –  “è al momento oggetto di studio e necessita ancora di tempo per essere messa a punto e non è escluso che ci potrebbe essere anche un programma per la distribuzione. Se Bpos diventerà un paradigma molti dei competitori di oggi potrebbero non esserci più”.
Ma questo sarà oggetto di strategia future. Ora il focus, anche per i partner, è su Windows 7.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore