Brand Finance: palma d’oro a Google, d’argento ad Apple

News
Brand Finance: palma d'oro a Google, d'argento ad Apple

Al terzo posto, sempre sul podio, troviamo Amazon con valore salito del 53% a 106,37 miliardi di dollari, seguito da Microsoft (76,2 miliardi) e Samsung (66,2 miliardi di dollari). Facebook ha scalato 9 posizioni ed il social network è passato al 18esimo al nono posto. La classifica di Brand Finance 500 nel dettaglio

Cala Apple per lasciare lo scettro a Google. Dopo cinque anni, il motore di ricerca più popolare al mondo riconquista la palma d’oro e sale sul podio. Così emerge dal Brand Finance Global 500, la classifica che ordina i brand per valore monetario, ma analizza anche i marchi che possono avere maggiore impatto sulla crescita dell’Enterprise Value (l’indice del valore complessivo di un’azienda). La società fondata da Larry Page e Sergey Brin era uscito nel 2011 dalla classifica redatta da Brand Finance Global 500, ma ora ritorna in grande stile e riagguanta la vetta.

Brand Finance: palma d'oro a Google, d'argento ad Apple
Brand Finance: palma d’oro a Google, d’argento ad Apple

Il core business – search ed advertising online e mobile – rimane il cuore del motore di ricerca di Mountain View: il fatturato derivante dalla pubblicità ha chiuso il 2016 registrando un incremento del 20% nel 2016, nonostante il declino nel costo per click.

Brand Finance Global 500 stabilisce il valore di un marchio, analizzando fattori quali: la solidità, gli investimenti in ricerca e sviluppo (R&D), il marketing, il ritorno d’immagine, fatturato e margini.

Il valore del brand Google ha messo a segno un incremento del 24% a 109,47 miliardi di dollari, mentre quello di Apple è in flessione del 27% a 107,1 miliardi. Google dominale ricerche sul web, la sorgente della sua raccolta pubblicitaria, ma nell’arco del 2016 orientando i budget verso il web, ha incrementato il fatturato del 20%. Apple soffre di più a causa della perdita di appeal degli ultimi iPhone, dovuto alla saturazione del mercato. L’azienda guidata dal Ceo Tim Cook sta perdendo terreno nel mercato cinese, suo storico zoccolo duro, dove la concorrenza di Huawei e delle altri tigri cinesi è sempre più agguerrita.

Al terzo posto, sempre sul podio, troviamo Amazon con valore salito del 53% a 106,37 miliardi di dollari, seguito da Microsoft (76,2 miliardi) e Samsung (66,2 miliardi di dollari). Samsung è un emblema di brand forte che è riuscito a salvare l’azienda in un periodo nero, dopo il flop del Note, salvaguardando il valore dell’impresa quando le condizioni di mercato erano francamente difficili: con il lancio del Galaxy S8, a fine marzo a New York, Samsung ha tutte le carte per ritornare a volare ai piani alti.

Fra i marchi in forte ascesa, Facebook ha scalato 9 posizioni ed il social network è passato al 18esimo al nono posto, grazie alla costante crescita nel mercato dell’advertising digitale.

INCHIESTA: A che punto sei con l’adozione della Sicurezza IT? Partecipa al nostro sondaggio

WHITE PAPER: Sei interessato ad approfondire l’argomento?  Scarica il whitepaper  Migliorare la customer experience nel mondo mobile

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore