Brightmail nel mirino di Symantec

News

L’acquisizione dovrebbe essere portata a termine entro luglio. Un nuovo
passo per rafforzare le proprie proposte antivirus e anti spam.

Symantec annuncia l’acquisizione di Brightmail, azienda specializzata in tecnologie e prodotti anti spam, per un valore di circa 370 milioni di dollari. L’operazione, che consentirebbe a Symantec di potenziare la propria gamma di prodotti per la sicurezza, in particolare antivirus e soluzioni antispamming, sarà portata a termine, salvo imprevisti, entro luglio. L’interesse verso questa società, che nell’ultimo anno ha portato a casa un fatturato di 26 milioni di dollari e utili per poco più di un milione, era affiorato già nel 2000, quando Symantec aveva comprato l’11% delle azioni. D’altra parte, sostengono in Symantec, il continuo incremento del problema spamming, fa sì che le aziende e gli stessi privati siano obbligati ad adottare soluzioni adeguate, che consentano una decisa riduzione dei messaggi indesiderati ed evitino l’intasamento della propria posta elettronica. “Lo spamming ? sostiene John W. Thompson, chairman e ceo di Symantec – è diventato una delle minacce più insidiose sia per il mondo aziendale che per i privati. Questo fenomeno ha raggiunto gli stessi livelli di diffusione dei virus come dimostra il vertice della classifica dei principali eventi che colpiscono i sistemi di posta elettronica e i loro amministratori”. Con le soluzioni di Brightmail, l’offerta di Symantec per il comparto enterprise si arrichisce di nuove funzionalità, in grado di contrastare più efficacemente lo spamming.