C. Palumbo (F-Secure): la sicurezza ha la stessa luce dei girasoli di Van Gogh

Strategie

Ritratti 4.0 – Carmen Palumbo, B2B Country Marketing Manager Italy di F-Secure, si avvicina per caso al mondo Ict, rispondendo a un’inserzione di lavoro di un noto system integrator italiano

Carmen Palumbo è da poche settimane entrata in F-Secure come B2B Country Marketing Manager Italy. ChannelBiz l’ha intercettata e le ha dedicato il Ritratto 4.0 e ha scoperto che Carmen è stata un’adolescente timida ma curiosa, adora Van Gogh e i girasoli e se non facesse il lavoro che fa sarebbe…un agente di viaggio.

Chi è…Carmen Palumbo?

Da più di due decenni mi occupo di marketing in ambito Ict. Ho fatto della mia passione la mia attività lavorativa. Posso ritenermi fortunata. Ho lavorato in varie aziende del settore, system integrator, distributori e vendor, sempre con un occhio all’estero. Per quasi tutto il mio percorso lavorativo ho seguito le attività marketing anche in altre nazioni, oltre che in Italia e comunque ho avuto relazioni con le varie case madri.

Qual è stato il suo percorso di studi?

Sono diplomata, Perito Aziendale Corrispondente in Lingue Estere.

Che tipo di adolescente era?

Timida, tranquilla e curiosa. Non ho mai dati particolari problemi.

Carmen Palumbo
Carmen Palumbo

Come si è avvicinata al mondo dell’Ict?

Per caso. Alla fine del mio percorso scolastico, cercando lavoro, ho risposto ad un’inserzione di un noto system integrator italiano, mi hanno selezionata e da lì è iniziata la mia avventura professionale in ambito Ict.

A cosa deve il successo nel suo lavoro?

Penso sia dovuto alla passione con la quale affronto le varie sfide lavorative e alla curiosità. Tento sempre di tenermi aggiornata sui vari trend, sui nuovi strumenti marketing e sull’evoluzione del mercato.

Qual è il suo rapporto con la tecnologia?

Non sono una persona tecnologica. Ovviamente ne faccio uso, non potrei separarmi per molto tempo dal mio cellulare, ma direi che si può fare di meglio.

Qual è l’oggetto più tecnologicamente avanzato che ha in casa sua?

A casa mia ci sono tutti gli oggetti tecnologici standard, che hanno tutti. Nessun oggetto è particolarmente ‘figo’ lato tecnologico.

Quanto tempo passa davanti alle mail sul cellulare, la mattina appena sveglia o la sera prima di coricarsi?

Durante la settimana lavorativa, soprattutto se non sono in ufficio, passo molto tempo a controllare le email e messaggi sul cellulare, ma mai alla mattina appena sveglia. Nel week end o durante le giornate di ferie, direi non più di 20 minuti al giorno sono dedicati al controllo delle email (personali in primis).

Cosa ne pensa del rapporto IoT e sicurezza?

IoT e sicurezza rappresentano il nostro futuro. Tutto e tutti siamo connessi, per cui dobbiamo essere sicuri e mettere tutti i nostri dispositivi in sicurezza. Su questo tema c’è ancora poca sensibilità. Bisogna educare l’utente e mettere a disposizione strumenti che permettono di rendere sicuro il mondo IoT.

Se le dico cloud, cosa le viene in mente?

Carmen Palumbo
Carmen Palumbo

Una grande opportunità per tutti.

Intelligenza artificiale: evoluzione o involuzione? Cosa si aspetta nel futuro?

Evoluzione. Ci sono dei timori, ma è il futuro. Bisognerà imparare a conviverci. Già ora l’intelligenza artificiale è presente in tanti aspetti della nostra vita, a nostra insaputa. Mi aspetto un futuro in cui i robot faranno parte del nostro quotidiano, ma senza essere invasivi. La domanda è: saranno in grado di comprendere cosa fanno e soprattutto di valutare le conseguenze del loro operato?

Quali sono i suoi hobby?

Variano a seconda del periodo: natura, mare, musica, concerti live in particolare, e viaggiare. Non riesco a stare per tanto tempo senza programmare un viaggio, breve o lungo che sia.

Qual è il pregio che ammira di più nelle persone e quale è il difetto che proprio non le va giù?

Ammiro le persone sincere e coerenti. Non sopporto i poco trasparenti e i menefreghisti.

Direbbe grazie a…e perché?

Ai miei genitori, per tutto.

A chi chiederebbe scusa e perché?

A chi involontariamente ho ferito, sorry!

Se fosse un piatto che piatto sarebbe?

Un piatto di trattoria, semplice.

Se fosse un quadro?

Un prato di girasoli, adoro Van Gogh.

Se fosse un film?

Un film di azione con un tocco di commedia.

Se fosse una stagione?

Estate! Sole, caldo e giornate lunghe.

Se fosse una tecnologia?

Qualcosa di utile, che possa essere d’aiuto alle persone nella vita quotidiana.

Se non facesse il lavoro che fa, che lavoro farebbe?

Agente di viaggio.

Se avesse una bacchetta magica…

Vorrei dare più serenità alle persone ed avere una casa ai Caraibi.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore