Canalys, piacciono gli smartphone con schermo grande

News
smartphone, facebook, android@shutterstock

Canalys spiega che sono oltre 250 milioni gli smartphone venduti nel corso del terzo trimestre e di questi ben 56 milioni ( 22 per cento) disponevano di uno schermo superiore ai 5 pollici. Il formato da 5 pollici entra nel 65 per cento di questi smartphone, seguito dalle taglie comprese tra 5 e 6 pollici ( 31 per cento)

Canalys spiega che sono oltre 250 milioni gli smartphone venduti nel corso del terzo trimestre e di questi ben 56 milioni ( 22 per cento) disponevano di uno schermo superiore ai 5 pollici. Il formato da 5 pollici entra nel 65 per cento di questi smartphone, seguito dalle taglie comprese tra 5 e 6 pollici ( 31 per cento) . I dati provengono da Canalys . Inoltre il segmento dei phablet da 6 pollici si rinforzerà con il prossimo arrivo d i Nokia con i suoi Lumia , mentre Samsung controlla il mercato Asia Pacific particolarmente ricettivo per questo tipo di terminali mobili. Sarà quest’ultima regione a far crescere la domanda di schermi grandi, anche se il grosso della domanda anche nel prossimo anno si concentrerà sui formati compresi tra 4,1 e 5 pollici. Al momento il segmento di mercato dei phablet è dominato da Samsung con il suo Galaxy Note in parallelo con la sua posizione sul mercato generale degli smartphone che guida con il 34 per cento davanti ad Apple, Huawei , Lenovo e LG.

phablet tab

Secondo Canalys con il 39 per cento delle vendite la Cina (comprendendo anche Hong Kong e Taiwan) costituisce il motore di crescita degli smartphone con cento milioni di terminali venduti nel trimestre e una crescita su base annua del 64 per cento. In crescita del 54 per cento anche l’America Latina . La regione Emea vale 56 milioni di unità con una crescita del 22 per cento. Va notato che se Android e iOS conservano le loro rispettive posizioni di leader del mercato , Microsoft progredisce del 185 per cento con 9,2 smartphone ( Nokia) venduti. In totale nel mondo questo vale il 4 per cento , ma Windows Phone si rivela come il secondo sistema operativo mobile in 19 paesi ; non solo la Finlandia , patria di Nokia , ma anche l’Italia con il 15 per cento.

Al resto dei sistemi operativi le briciole di mercato e di speranza per il futuro.

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore