Canalys premia la crescita di Android. In estate l’upgrade

News

Secondo Canalys la piattaforma open source di Google detiene il 25%  di quote del mercato smartphone (dati terzo trimestre 2010). Ma nel 2011 Android andrà ancora meglio, anche se in molti la considerano una piattaforma frammentata

Android ha superato iPhone anche negli Usa, ma Canalys stima che la crescita di Android continuerà anche nel 2011: vede Android correre a velocità doppia rispetto ai concorrenti del mercato smartphone nel 2011, nonostante le preoccupazioni del mercato per la frammentazione e lo sbarco di iPhone 4 conVerizon negli Stati Uniti. Secondo Canalys la piattaforma open source di Google detiene il 25%  di quota del mercato smartphone (dati terzo trimestre), con più di 20 milioni di Android venduti al mondo.

“La crescita di Android è stata fenomenale anche se con troppi device con differenti specifiche hardware e software” spiega  l’analista di Canalys, Chris Jones. “Ciò ha portato a pensare ad Android come a una piattaforma frammentata, anche se noi crediamo che la crescita continuerà, mentre rallenterà l’upgrade di Android OS”. La versione Icecream è attesa in estate.

Dal debutto del primo originale Android nel settembre 2008, sono seguite molte versioni del sistema operativo: Gingerbread (Android 2.3) è l’ottava versione, mentre Honeycomb (Android 3.0) è focalizzato sui “pad” ovvero i media tablet in arrivo nei prossimi mesi.

La rapida evoluzione della piattaforma ha richiesto risorse crescenti sia da parte dei vendor di device sia degli sviluppatori di Web apps per supportare Android. “La necessità di differenziarsi ha obbligato i vendor a creare interfacce utente personalizzate per gli Android” spiega  Jones. “Altro investimento è consistito nell’assicurare la compatibilità con ogni upgrade“.

La frammentazione affligge tutte le piattaforme OS, ma risulta più visibile in Android a causa della velocità e del rapido turn over degli upgrade che hanno caratterizzato la crescita tumuotuosa. Il problema è meno pronunciato in Apple iOS, visto che supporta iOS 4 anche su iPhone 3G. Nokia ha minimizzato la frammentazione utilizzando framework cross-platform Qt.

I vendor che lavorano su Android hanno sfruttato la leva dell’open source per abbassare i prezzi e portare gli smartphone nel mercato di massa. Il risultato è che le vendite di Android sono cresciute più del 1.000% nei primi tre trimestri del 2010 rispetto al 2009.

A beneficiare del boom di Android sono stati Samsung e HTC, ma anche i vendor di PC come Acer, per entrare nel mercato Mobile di smartphone e “pad” (media tablet).

Ora tocca ai vendor differenziarsi sul fronte hardware con processori più veloci e potenti (ricordiamo che il 2011 sarà l’anno del dual core e di Nvidia Tegra 2, oltre che di Arm), ma anche con schermi sempre più ampi. Per esempio LG, al Ces appena terminato a Las Vegas, ha annunciato il primo smartphone con chip  dual-core, mentre Acer e Samsung hanno mostrato smartphone con schermi da 4.8″ e 4.5″ rispettivamente.

Dì la tua in Blog Café: Dicembre, giro di boa per le aziende

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore