Cdc: bene cash&carry e B2B

News

Il primo trimestre si chiude con un fatturato in calo rispetto all’anno passato, migliora però la posizione finanziaria.

Il fatturato consolidato di Cdc nel primo trimestre 2005 si attesta a 148.5 milioni di euro, a fronte dei 155 del medesimo periodo 2004. Il dato negativo si controbilancia con un netto miglioramento della posizione finanziaria negativa, passata da 31.4 milioni di euro del marzo 2004 agli attuali 24.6 milioni. Un altro dato positivo emerge considerando il fatturato al netto delle vendite dalle gare Consip per la pubblica amministrazione, che nel primo trimestre 2004 avevano raggiunto il controvalore di circa 10.5 milioni di euro, assenti in questo scorcio dell’anno, che evidenziano una crescita intorno al 3%. A trainare il periodo sono stati i canali tradizionali, con particolare riferimento alla divisione distribuzione, cioè cash&carry e B2B (business to business). Il comparto è cresciuto nel periodo del 5%, attestandosi a quota 86 milioni di euro.
A partire dal prossimo trimestre, Cdc si attende risultati in miglioramento, grazie all’esaurimento dell’effetto delle commesse verso la pubblica amministrazione, che hanno determinato il fatturato sia nel 2003 che per una parte del 2004.