Cdc garantisce il recupero di 163 tonnellate di prodotti It dismessi

News

Attraverso l’iniziativa Ecodigitale Cdc, dal 2004 al 30 giugno 2010, ha portato al recupero di oltre 203 mila pezzi di materiale informatico per 163 tonnellate

I prodotti It dismessi hanno portato al recupero di oltre 203mila materiali informatici. Questo è quanto ha rilevato Cdc che, attraverso l’iniziativa Ecodigitale, per il riciclaggio e lo smaltimento ecocompatibile, dal 2004 al 30 giugno scorso, ha garantito il recupero di 203.947 pezzi, pari a 163 tonnellate, consentendo un riutilizzo di oltre il 93,5% di esse.

Gran parte dei prodotti raccolti è costituita da case (15,5%), Ups (14,9%), alimentatori di personal computer (14,2%) e periferiche It in genere (13,2%), seguiti da hard/floppy disk (9,1%) e personal computer/notebook (9%).

Con lanticipo rispetto alle tempistiche del decreto sui rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee) recentemente entrato in vigore, da oltre sei anni Cdc promuove il programma Ecodigitale attraverso la proprie rete di punti vendita Computer Discount.

In conformità con gli obblighi imposti ai produttori e distributori dal decreto, Ecodigitale offre ai consumatori un metodo comodo, gratuito e a norma di legge per liberarsi dei propri dispositivi informatici obsoleti di qualsiasi modello, marca e provenienza.

E’ sufficiente recarsi in uno degli oltre 200 Computer Discount presenti sul territorio per avvalersi, senza alcun vincolo di acquisto, del supporto di esperti incaricati del ritiro delle tecnologie dismesse e del loro avvio alle specifiche procedure di riciclaggio e smaltimento presso partner qualificati.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore