Centro Computer: i vendor sono cambiati e il mercato ha bisogno di essere convinto con i fatti

Strategie
Roberto Vicenzi, Vice Presidente Centro Computer

Centro Computer compie trent’anni e Roberto Vicenzi, vice presidente della società che ha sede a Cento in provincia di Ferrara, tira le somme e guarda al futuro senza dimenticare il passato. Vicenzi ha spesso fatto il paragone tra storiche aziende vendor del panorama It e del cambiamento che nel corso del tempo hanno avuto. Citando

Centro Computer compie trent’anni e Roberto Vicenzi, vice presidente della società che ha sede a Cento in provincia di Ferrara, tira le somme e guarda al futuro senza dimenticare il passato. Vicenzi ha spesso fatto il paragone tra storiche aziende vendor del panorama It e del cambiamento che nel corso del tempo hanno avuto. Citando Ibm, Vicenzi si sofferma sul fatto che un tempo la società realizzava quasi il 100% del fatturato con Ibm; nel 2015 il vicepresidente stima solo un 5% del proprio fatturato con Ibm.

I motivi sono da ricercare sia nel cambiamento degli scenari economici sia nei cambiamenti tattico-strategici delle stesse società alle prese con un mercato in evoluzione. Di Ibm si devono ricordare le recenti cessioni dei server x86 a Lenovo e, più indietro nel tempo, la divisione pc alla stessa Lenovo. Oggi si fa leva sul cloud, sull’unified communications, sul networking e sul mobile come settori di mercato strategici su cui o puntare e anche Centro Computer non è da meno.

Roberto Vicenzi, Vice Presidente Centro Computer
Roberto Vicenzi

Vicenzi parla di molti progetti in ambito networking e mobilità, per esempio, e cita la società MobileIron come partner ma anche in ambito cloud e sottolinea come sia indispensabile trasferire ai clienti il concetto di costi operativi e non più di costi capitale, dando così al cliente la possibilità di una maggiore scelta; come per esempio i servizi in cloud. Serve far capire loro l’utilità e i vantaggi che potrebbero ottenere spostandosi verso servizi in cloud, sostenendo così costi operativi. Ma questi aspetti sono per Vicenzi molto ostici e frutto di un lavoro molto lento. In ogni caso, il mercato del cloud è, per Centro Computer, un mercato da potenziare. Già nel 2011 la società ha investito in nuovi servizi cloud e ancora oggi ci crede sempre di più, così come da potenziare il mercato dell’unified communications.

La storia della società coincide con la diffusione della piattaforma Microsoft DOS e dei personal computer, per poi evolversi con l’introduzione di Microsoft Windows e della posta elettronica. In parallelo, Centro Computer consolida la collaborazione con i principali vendor leader di mercato ed espande costantemente il giro d’affari, inaugurando uffici in diverse città del Nord Italia. Nel corso degli anni si sono costituiti i team specializzati sulle aree strategiche del cloud, digital signage, networking e sicurezza, unified communication e virtualizzazione e backup, che tuttora rappresentano il cuore pulsante del business e i punti di forza della società. Grazie alla loro attività quotidiana è possibile valorizzare le soluzioni presso il cliente, trasferendogli le potenzialità dei prodotti proposti e, insieme ad esse, la passione dei professionisti per l’innovazione e il loro forte impegno per soddisfare al meglio le richieste e raggiungere gli obiettivi stabiliti.

I dati di fatturato del 2013, i quali indicano un risultato pari a 32 milioni di euro, e le oltre 2500 aziende italiane, operanti in settori differenti, che si affidano ogni anno alla sua expertise per aggiornare le infrastrutture IT. Se, da una parte, l’obiettivo continua ad essere quello di rafforzare la penetrazione sul mercato, dall’altra, la società si sta concentrando sulle attività di comunicazione per valorizzare l’anniversario di quest’anno e incrementare la propria visibilità. Inoltre, a sostegno dello sviluppo del business e del presidio sul territorio, ha intrapreso ulteriori investimenti per potenziare l’area commerciale. Per il prossimo futuro, Centro Computer evidenzia il ruolo di protagonista dei team cloud e unified communication, che rafforzeranno gli impegni per promuovere le soluzioni Microsoft, Lifesize e VMware e implementare sistemi flessibili ed avanzati a supporto dell’efficienza. Non mancheranno, inoltre, le iniziative formative, focalizzate soprattutto sui temi del cloud, unified communication e mobility, comprendenti webinar, seminari e meeting organizzati in collaborazione con i vendor online e in diverse città italiane.

“Siamo orgogliosi del nostro percorso evolutivo e del lavoro encomiabile dei nostri team“, spiega Vicenzi. “Proseguiremo, inoltre, nella ricerca di tecnologie in linea con le nuove tendenze e infatti, per esempio, ci stiamo preparando per affrontare al meglio il tema dell’Internet of Things nelle aziende. I clienti sanno che possono contare su di noi come consulenti in grado di affiancarli nella valutazione, scelta e implementazione di soluzioni e accessori da integrare nei sistemi tradizionali, in modo da sviluppare sistemi sempre più innovativi ed efficienti. In questo processo di rinnovamento, riteniamo sia importante anche mantenere un’attività costante di formazione: per questo proseguiremo a proporre circa un webinar a settimana, cui affianchiamo eventi e incontri sul territorio. La conoscenza e la comprensione delle nuove tecnologie sono fondamentali per decidere di adottarle. Infatti, lo dimostriamo, in primis, introducendole nei nostri sistemi. Lo abbiamo fatto con Microsoft Lync e Lifesize, diventando un’azienda al 100% digitale. E continueremo anche in futuro, per essere sempre promotori di innovazione e miglioramento.”

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore