Check Point apre la porta alle novità 2010 e le spiega al canale

News

Paolo Ardemagni, regional director Southern Europe di Check Point, fa il punto della situazione sulla catena distributiva a margine del CPX 2010 di Londra

Computerlinks e Itway Vad a cui si è aggiunto da poco Computer Gross per il segmento delle Pmi. Sono questi i distributori che ruotano attorno al mondo di Check Point, la società che ha appena concluso il CPX 2010 (Check Point Experience 2010) a Londra.

Novità di prodotto, soluzioni, aggiornamenti  sono stati gli ingredienti che hanno tenuto banco in questa tre giorni londinese che ha visto riuniti circa mille partner. Paolo Ardemagni, regional director Southern Europe di Check Point, dopo aver elencato i distributori con cui la società lavora, parla della clientela  come ampia, variegata in cui il canale “è facilitato dal fatto che la tecnologia Check Point è diffusa. I rivenditori riescono a consolidare tute le tecnologie di sicurezza dietro a Check Point, che la fa da padrone presso la clientela enterprise”.

Per quanto riguarda le piccole e medie imprese, Ardemagni sottolinea come la mancanza di una figura It di riferimento sia un “problema di cultura, sopperito dai partner che ne fanno le veci “.

Infine, un accenno sul cliente pubblica amministrazione. “La pubblica amministrazione fa soffrire la catena distributiva – spiega Ardemagnile tempistiche di pagamento e le modalità di approccio commerciale ‘strozzano’, in un certo senso, i distributori che stanno al centro della catena distributiva”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore