Check Point: stop ai giovani dipendenti con gli Mp3 personali in ufficio

Strategie

David Vergara, Product Marketing Director, Data Security Check Point, torna sul problema della sicurezza informatica sui posti di lavoro, sottolineando come ‘leggerezze’ sulle policy aziendali possano mettere in ginocchio l’andamento gestionale

Controllo dei dati sensibili sui laptop. Inculcare cultura di sicureza, soprattto sui giovani dipendenti che sembrano meno attenti ai virus o ai trojan che portano con sé quando si spostano dall’ufficio a casa. Abbiamo sentito David Vergara, Product Marketing Director, Data Security, Check Point che ha sottolineato il solito, annoso, problema della sicurezza e ha svelato qualche chicca sul future.

Quali sono le questioni più critiche in tema di sicurezza dei dati negli ambienti aziendali oggi?
Il problema più grande resta quello di mantenere il controllo dei dati sensibili su laptop e supporti rimovibili. Smarrimenti e furti di computer sono all’ordine del giorno. Secondo recenti ricerche, pare che i lavoratori dipendenti, in particolare i più giovani, non siano particolarmente preoccupati dalle policy aziendali di sicurezza ma abbiano molta più dimestichezza con lettori Mp3, iPod, drive Usb tascabili e macchine fotografiche, che portano da casa e collegano regolarmente al computer dell’ufficio. Ognuno di questi strumenti, se non controllato e protetto in maniera adeguata, rappresenta un potenziale rischio di perdita dei dati, proprio perché può facilmente e rapidamente memorizzarne enormi quantit

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore