Cinquegrana (Lg), un buon smartphone modella la tecnologia sulle aspettative del cliente

Strategie
raffaele cinquegrana LG

Cinquegrana, Product Manager Lg, delinea i trend di mercato in Italia per i dispositivi mobile. Cambiano le richieste degli utenti che guardano a design e funzionalità che rendano più comodo l’utilizzo degli smartphone. Il mercato tablet cresce di più ma deve essere ancora interpretato

Il mercato italiano degli smartphone sembra non conoscere crisi, e cresce ancora a due cifre, vero motore nel Bel Paese di tutto il comparto IT. Gli ultimi dati poi sottolineano come gli italiani siano sensibili anche alle ultime ‘mode’ tecnologiche, se si considera la nostra presenza nei primi 7 Paesi in cui il Selfie si è affermato maggiormente. Ne parliamo con Raffaele Cinquegrana, Product Manager Lg, che in occasione di MWC 2014 ridisegna lo scenario dell’offerta LG: “Solo due serie, per semplificare l’approccio del cliente, la serie G, una serie “premium” e la serie L – sempre con funzioni facili da utilizzare, caratteristiche evolute, ma anche una declinazione molto attenta al prezzo”.

LG Serie L III
LG Serie L III

Secondo Cinquegrana c’è ancora spazio per crescere nel comparto smartphone, soprattutto per convertire dai featurephone agli smartphone, è vero però che il mercato si sta appiattendo. Tanti piccoli vendor non hanno difficoltà oggi ad assemblare hardware e processore, ma sempre di più si dovrà “lavorare sull’esperienza d’uso, sul software, sulle caratteristiche che contano e su cui i clienti non sono ancora soddisfatti, per esempio la batteria. Una grande differenza tra Lg come era e come è  sta proprio nel fatto che oggi non seguiamo più solo l’innovazione tecnologica, ma cerchiamo di plasmare l’innovazione in funzione delle aspettative tra le quali il design non è affatto secondario – il claim ‘learning for you’ in pratica esprime bene l’idea”. L’Italia in questo ambito, nella proposta del design e delle funzionalità ergonomiche è ancora un Paese di riferimento, lo studio degli ultimi modelli è proprio stato compiuto nel nostro Paese. Cinquegrana chiosa: “Spesso il successo di un modello è determinato più dall’equilibrio complessivo, che non da un’unica caratteristica tecnica di punta, oppure da una qualità richiesta e non soddisfatta da altri modelli (per esempio proprio l’autonomia) innestata in un design gradevole”.

E per il mercato tablet le curve di crescita sono ancora più ripide, occhi puntati anche da LG quindi, se si considera che l’anno prossimo probabilmente si incroceranno con quelle del mercato pc che è invece in calo. Ma Cinquegrana è preciso nei distinguo: “Il mercato dei tablet, al di là della crescita veloce, deve ancora essere pienamente compreso, dai vendor, come dai clienti. Ci sono utenti che ancora non sanno come approcciare l’oggetto. C’è più ottimismo nel pensare che davvero con un tablet si possa fare di tutto ed esso possa sostituire il notebook per lavorare, ma per molti alla fine non è ancora così e finiscono con l’utilizzarlo solo come dispositivo multimediale”.

In video domande e risposte

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore