Cisco e Apple investono per ‘digitalizzare’ l’Italia

Mercato
investimenti, cisco, apple@shutterstock

Cisco che ha annunciato una serie di investimenti strategici per 100 milioni di dollari nei prossimi tre anni. sul processo di trasformazione digitale in Italia, mentre Apple apre a Napoli il primo centro di sviluppo europeo sulle App iOS

Anche i grandi colossi dell’Ict stanno puntando sull’Italia, aprendo i portafogli. Sembra un vecchio film, raccontato così, invece è quello che aziende come Cisco e Apple stanno facendo nel nostro paese. E’ di qualche giorno fa la notizia di Cisco che ha annunciato una serie di investimenti strategici in Italia per 100 milioni di dollari nei prossimi tre anni.

Cisco e il governo italiano si sono dati la mano puntando sul processo di trasformazione digitale del paese, adottando un approccio su due fronti: lo sviluppo delle competenze digitali e della consapevolezza della opportunità offerte dal digitale e il sostegno alle startup innovative italiane. investimenti, cisco, apple@shutterstock

Anche Apple, dal canto suo, ha aperto in Italia, a Napoli, il primo Centro di Sviluppo europeo App iOS. Dopo aver fatto pace con il fisco italiano, patteggiando per mettere una pietra sopra il debito tributario che la società di Cupertino aveva con l’Agenzia delle entrate italiane, Apple, con l’investimento nel centro a Napoli, ha l’obiettivo di fornire agli studenti competenze pratiche e formazione sullo sviluppo di app iOS per l’ecosistema di app.

Il Centro di Sviluppo App iOS, sarà situato in un istituto partner a Napoli, sosterrà gli insegnanti e fornirà un indirizzo specialistico preparando migliaia di futuri sviluppatori a far parte della fiorente comunità di sviluppatori Apple. Inoltre, Apple lavorerà con partner in tutta Italia che forniscono formazione per sviluppatori per completare questo curriculum e creare ulteriori opportunità per gli studenti. Apple prevede di ampliare questo programma estendendolo ad altri paesi a livello mondiale. In Italia, oltre 75mila posti di lavoro sono attribuibili all’App Store e la comunità degli sviluppatori è vivace.

Tim Cook
Tim Cook

IK Multimedia ha lanciato la sua prima app nel 2009 e da allora ha avuto oltre 25 milioni di download. Musement, lanciata nel 2013, è ora disponibile in sette lingue e 300 città in 50 paesi, rendendo facile per le persone prenotare viaggi ed escursioni in mobilità. “L’Europa è la patria di alcuni degli sviluppatori più creativi al mondo e siamo entusiasti di aiutare la prossima generazione di imprenditori in Italia ad acquisire le competenze necessarie per avere successo“, ha affermato Tim Cook, ceo di Apple. “Il fenomenale successo dell’App Store è una delle forze trainanti dietro gli oltre 1,4 milioni di posti di lavoro che Apple ha creato in Europa e presenta opportunità illimitate per le persone di tutte le età e aziende di ogni dimensione in tutto il continente.”

Cisco, dal canto suo, porterà avanti nei prossimi tre anni, iniziative legate alla ricerca e sviluppo, alla collaborazione con le università italiane e alla trasformazione di due settori tradizionalmente di eccellenza per il nostro paese ma estremamente industriali come il settore manifatturiero e quello agroalimentare.

Infine, Cisco sta definendo nuove opportuinità di collaborazione con il mondo accademico, focalizzate alla formazione e ricerca nell’area della cybersecurity e, sarà ulteriormente ampliato l’impegno della società a fianco delle imprese italiane dei due settori industriale e agroalimentare nel percorso di trasformazione di trasformazione digitale.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore