Cisco e Italtel per i service provider

News

Nuove proposte per aiutare i service provider a cogliere le opportunità derivanti dai servizi voce basati su Ip.

Cisco Systems e Italtel hanno messo a punto una serie di soluzioni, in particolare servizi voce, videotelefonia, conferenza, messaggistica unificata e call centre, per aiutare i service provider a migrare verso le reti di nuova generazione e nella creazione di servizi basati su Ip dedicati alle imprese, caratterizzati da flessibilità e massima facilità di gestione. Le soluzioni Business voice solution (Bvs) potranno essere rese disponibili dagli operatori di telecomunicazioni sia come apparati presenti nella sede del cliente, sia in hosted, cioè con sistemi ospitati presso la loro stessa rete.
L’offerta Bvc vuole essere uno strumento efficace per consentire ai service provider di cogliere le opportunità offerte dal mercato della telefonia Ip, che secondo uno studio condotto da Synergy Research Group, dal 2004 al 2008 avrà in Europa un tasso di crescita superiore al 40%. Per un valore complessivo di 3.5 miliardi di dollari. “”Tutti i service provider sono alla ricerca di margini più elevati, da perseguire attraverso servizi e applicazioni in outsourcing – ha dichiarato Enrico Deluchi, managing director, Emea business development e marketing, service provider wireline, in Cisco – Solo così possono contrastare la diminuzione dei ricavi per la voce tradizionale e l’accesso”.