Cisco, l’IoE fa vendere ma va spiegato come ai partner

News

Cisco Italia, insieme a Between – Ernst & Young e Schneider Electric, ha inaugurato una nuova piattaforma di training, MyLearnSmart, dedicata ai partner e a tutte le aziende che desiderano approfondire le tematiche

Che l’Internet of Everything, la Smart City e la digitalizzazione di tutti i settori industriali siano i nuovi trend tecnologici di maggiore rilievo anche qui in Italia è ormai un fato (quasi) di fatto. Quello che Cisco sta facendo da qualche tempo a questa parte è proprio aprire le porte a questi trend. In primo luogo ricordiamo la tecnologia e gli investimenti per Expo Milano 2015 e l’impostazione del concetto di Internet of everythings e di smart city.

Cisco, durante la presentazione delle tecnologie installate nel sito di Expo, ha raccontato l’esperienza come il modello di Internet of Everythings, dove persone e cose sono costantemente collegate.

Secondo Cisco, Expo voleva che le aziende partner collaborassero tra loro per creare in Expo una smart city e una smart community. E così ecco che gran parte dei sistemi tecnologici e di sicurezza fisica e logica di Expo sono collegati al datacenter di Cisco.

Ma è di pochi giorni fa la notizia che Cisco è pronta a investire nelle aziende inglesi del settore Internet of Things e, più in generale, per rafforzare la sua presenza in tutta la Gran Bretagna. Secondo Techweekeurope.it, dopo la Francia, la Gran Bretagna riceve investimenti Cisco a favore della digitalizzazione e in particolare delle applicazioni Internet of Things.

A differenza del caso francese stavolta non sono state annunciate collaborazioni con aziende specifiche, ma “una serie di impegni strategici in Gran Bretagna che ammonteranno a oltre un miliardo di dollari nei prossimi tre-cinque anni”. Sempre secondo Techweekeurope.it, Cisco ha stanziato 150 milioni di dollari che saranno investiti in startup e venture capital dedicati all’Internet of Things. Internet of everythings@shutterstock

I campi applicativi segnalati sono finance, retail, smart city e medicale. Altri investimenti saranno concentrati sulla sicurezza informatica e sulle acquisizioni di aziende locali. Saranno rafforzate anche le attività in Gran Bretagna della Cisco Networking Academy.

E oggi, proprio sugli aspetti che stanno cambiando il modo di lavorare, imparare, studiare e vivere le nostre città, Cisco Italia, insieme a Between – Ernst & Young e Schneider Electric, ha inaugurato una nuova piattaforma di training, MyLearnSmart, dedicata ai partner e a tutte le aziende che desiderano approfondire le tematiche “SMART”. MyLearnSmart è una piattaforma, gratuita e ricca di contenuti in italiano, studiata per offrire validi strumenti per dialogare con i clienti in modo sempre più professionale, mettendo a disposizione informazioni, argomentazioni e valore da mettere in campo per le trattative commerciali. Il progetto è suddiviso in moduli che al loro interno includono dei singoli corsi:

Modulo 1: Conoscere l’Internet of Everything e la Smart City (già disponibile)

Modulo 2: Finanziare  la Smart City (disponibile a breve)

Modulo 3: Verticali di mercato (disponibile dopo la pausa estiva)

I temi del primo modulo sono Internet of Everything e la Smart City proprio a conferma di quanto le città si siano dimostrate uno degli ambiti in cui digitalizzazione e innovazione generano i maggiori benefici per i cittadini, per le imprese e per le città stesse. In questo modulo si approfondiranno le nozioni di Internet Of Everything, dell’architettura tecnologica che lo sostiene, di come creare una Smart City e come abilitarla.

“Questo nuovo progetto tutto italiano nasce dalla consapevolezza di un processo di digitalizzazione e trasformazione del Paese già in atto e dalla volontà di mettere a fattor comune conoscenze ed esperienze che come Cisco abbiamo sviluppato, al fine di fornire a partner e aziende tutti gli strumenti oggi indispensabili per poter essere competitivi” afferma Giorgio Campatelli, Partner Organization Leader di Cisco Italia. “Questa iniziativa è stata resa possibile anche grazie a due eccellenze, Between – Ernst & Young e Schneider Electric, che hanno collaborato con noi nella realizzazione dei contenuti e condividono con Cisco quella vocazione al digitale, oggi così fondamentale per la nostra economia e per lo sviluppo del nostro Paese”.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore