Cisco: Navigare verso la ripresa

News

Al Cisco Partner Summit di Boston, rinnovati i programmi Vip e MSCP, con rebate anche per chi vende router, switch e non solo security, unified communications e wireless. In una rete sempre più senza confini

Il concetto ritorna: aiutare i partner a traghettare questo momento economico difficile. Se un anno fa al Partner Summit di Cisco alle Hawaii, Keith Goodwin, senior vice president worldwide channels di Cisco, aveva ribadito la vicinanza ai partner, oggi in apertura dell’evento annuale a Boston in Massachussets rimarca lo stesso principio: “Cisco sta lavorando con i propri partner per navigare in questo difficile momento economico mentre sta investendo per la crescita futura. Continueremo per questo ad espandere il nostro programma finanziario e lo apriremo a un numero maggior di partner”.

Keith Goodwin, senior vice president worldwide channels di Cisco

Il focus è su due programmi: lo storico Vip (Value Incentive Program) dedicato ai quei partner che investono in virtualizzazione e unified collaboration, e il rinnovato MSCP (Managed Services Channel Program) che aiuterà i partner ad aumentare la loro profittabilità nel mercato dei managed services, un settore che Ovum stima valere 42 miliardi di dollari a livello mondiale, in crescita del 19% anno su anno.

Il programma Vip rimane pilastro nella strategia Cisco e si amplia: ha elargito sotto forma di rebate 2.5 miliardi di dollari dal 2003 e, se inizialmente era focalizzato su Unified Communications, Security, Wireless e Data Center, ora riconosce rebate anche a chi vende router, switch, storage di rete, telepresence. Il programma MSCP, invece, abbassa i livelli di ingresso rendendosi appetibile a un maggior numero di partner e permette loro di lavorare insieme e ottimizzare le sinergie in ambito managed services.
Insomma, due rivisitazioni di VIP e MSCP fatte con l’obiettivo di aumentare le possibilità di vendita per i partner e di “accelerare” il loro business.

Navigate to accelerate”, non a caso, è il nome che raccoglie tutte queste iniziative e che introduce anche maggiori benefici finanziari e tutela dei margini. Cisco fa sapere che estenderà i termini di pagamento fino a 90 giorni, con uno sforzo molto focalizzato in Europa e Asia Pacifico, ai quei partner che impegnano capitale e che lavorano sempre più consapevoli della pervasività delle soluzioni che propongono e della mobilità della rete. Una rete sempre più senza confini, meglio definita dallo stesso Goodwin “bordless network” , sulla quale costruire margini e profittabilità negli anni a venire.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore