Computer Gross mette le mani su Icos

Strategie

Computer Gross Italia, controllata da Sesa, ha sottoscritto un accordo quadro vincolante per l’acquisto del 51% di Icos. L’operazione è vincolata all’autorizzazione Agcm entro il 31 dicembre 2017

Computer Gross Italia si rafforza nella distribuzione a valore grazie all’accordo di acquisto vincolante del 51% del capitale di Icos, distributore fondato da Riccardo Maiarelli, presidente, con sedi a Ferrara, Milano e Roma e specializzato nell’offerta di soluzioni per il datacenter (storage, server, enterprise software, cloud computing e servizi It).

L’accordo quadro vincolante per l’acquisto è sottoposto al provvedimento di autorizzazione alla concentrazione da parte dell’Agcm che dovrà avvenire entro il 31 dicembre 2017. Computer Gross Italia, controllata da Sesa, operatore che controlla anche VarGroup, ha chiuso l’anno fiscale al 30 aprile 2017 con ricavi e altri proventi per 1.102 milioni di euro e una market share di circa il 45% del mercato Vad, secondo quanto affermato da Sirmi.

Secondo una nota della società, Icos ha una storica partnership con Oracle, di cui è distributore autorizzato sul mercato italiano, e copn NetApp, CommVault, Huawei. Icos è presente sul mercato con un team di circa 20 risorse specializziate e ha chiuso l’esercizio al 30 giugno 2017 con ricavi per 51 milioni di euro, un ebitda di 0,7 milioni di euro, un patrimonio netto di 4 milioni di euro e una posizione finanziaria netta attiva per circa 4 milioni di euro.

In attesa che questa operazione vada in porto, Sesa, attraverso Computer Gross Italia, acquisirà appunto il 51% del capitale di Icos a un prezzo di 2,29 milioni di euro, subordinatamente al verificarsi della condizione sospensiva del rilascio dell’autorizzazione Agcm. Contestualmente al closing dell’operazione, Icos distribuirà riserve e dividenti pari a circa 2,5 milioni di euro. Maiarelli e Francesca Natali resteranno attivi nella gestione aziendale con un ruolo di soci di minoranza con la quota del 49% e resteranno amministratori esecutivi.

Paolo Castellacci, Computer Gross
Paolo Castellacci

Maiarelli e Natali, inoltre, hanno sottoscritto un accordo di lock-up sulla partecipazione di minoranza del 49%, con facoltà di esercitare opzioni put per la vendita a Computer Gross Italia del 49% di Icos in due tranche, nell’aprile 2019 e aprile 2020, per un prezzo complessivo prefissato in 2,21 milioni di euro, comprensivo della quota parte di utili maturata nel triennio 2018-2020 in capo a Icos e subordinatamente al rispetto di prefissate condizioni di continuità aziendale.

Il prezzo per il 49% del capitale di Icos potrà essere corrisposto da parte di Computer Gross Italia in azioni della controllante Sesa (controvalore di azioni determinato sulla base del prezzo di Borsa del titolo Sesa nei sei mesi precedenti la compravendita), con obbligo di lock up per i 12 mesi successivi a carico dei soci venditori. L’operazione è finalizzata a sviluppare sinergie commerciali e operative tra Icos e Computer Gross Italia e si inserisce nella strategia di investimento e focalizzazione del Gruppo Sesa sulle aree a maggior valore aggiunto del mercato IT. “In un mercato dell’It che attraversa una fase di profonda evoluzione tecnologica investiamo nel presidio di aree ad elevato valore aggiunto come quelle dell’Enterprise Software e delle soluzioni per il datacenter, supportando i nostri partner nel percorso di crescita ed innovazione. La consulenza e le competenze di ICOS saranno valorizzate a supporto delle attività di channel enablement, contribuendo ulteriormente ad incrementare il focus del nostro Gruppo sulle aree più innovative e di maggior potenziale del mercato”, ha dichiarato Paolo Castellacci, Presidente e Fondatore di Sesa.

Siamo lieti di annunciare questa operazione avviando la collaborazione con Computer Gross Italia, operatore di riferimento della distribuzione a valore in Italia, a beneficio di tutti i nostri clienti e partner”, ha dichiarato Riccardo Maiarelli, Presidente Esecutivo di Icos.

L’acquisizione di Icos è coerente con la strategia di focalizzazione del Gruppo Sesa sulle aree a valore aggiunto e crescita potenziale dell’It, a supporto delle competitività dei nostri clienti ed in partnership con alcuni dei maggiori vendor internazionali dell’It. Continueremo a valutare operazioni di acquisizione mirate nel nostro core business, in aree ad elevata crescita e generazione di ebitda, con l’obiettivo di cogliere opportunità in segmenti del mercato innovativi, proseguendo nel nostro percorso di crescita sostenibile a vantaggio di tutti gli stakeholder del Gruppo”, ha affermato Alessandro Fabbroni, Amministratore Delegato di Sesa.

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore