Con Office 2013, Microsoft estende l’abbonamento anche verso i consumatori

News
Microsoft, Microsoft evento@shutterstock

La nuova versione 2013 di Office rappresenta per Microsoft una ulteriore scommessa per allargare la sua presa sul mercato dei personal computer

Office 2013 rappresenta per Microsoft una ulteriore scommessa per allargare la sua presa sul mercato dei personal computer. Arrivata a sei mesi dalla preview , la nuova versione del software di Microsoft rappresenta tuttavia un tentativo meno rischioso di quello che a breve prenderà forma anche in Italia, e soprattutto negli Stati Uniti, con l’avventura hardware di Surface RT e Surface Pro.

La scommessa finanziaria sta dunque nel primo tentativo di Microsoft di passare a un modello d’uso per abbonamento anche verso i consumatori, al di fuori delle attività aziendali. Ma resta ancora possibile l’acquisto una tantum di un pacchetto monoutente in licenza a 539 euro nella versione Professional. Ed è qui che stanno puntando i commenti degli analisti , mentre sembra che il nuovo Office abbia già ottenuto gli apprezzamenti dei tecnici del software che in ogni caso indicano che il miglior modo di strutturare Office 2013 resta ancora quello con mouse e tastiera. Le aziende restino in attesa di Office 365 Small Business Premium per la fine di febbraio.

Compaiono nel nuovo look di Office le funzionalità touch che riprendono il sistema operativo Windows 8 di tre mesi fa. Si tratta della riedizione di una tradizionale applicazione che deve ormai farsi strada attraverso un mondo cambiato dalle app dei tablet e degli smartphone e dalla disponibilità di software as a service secondo il modello di cloud computing di maggior successo al momento. Infatti al momento Microsoft non sembra tentare nulla per portare la sua applicazione più importante verso il mondo tablet , sia iOS che Android,  ma certamente Office 2013 dovrebbe mostrare tutto il suo valore sui tablet , gli ibridi e gli ultrabook in grado di far girare la versione piena di Windows 8.

Una semplice sottrazione indica che sono passati tre anni da Office 2010 che si è fatto strada nei bilanci di Microsoft secondo una strategia molto remunerativa basata sulle licenze della suite di produttività più diffusa al mondo. I dati indicano che Office porta ai bilanci di Microsoft circa 24 miliardi di dollari all’anno di fatturato , un terzo di quello totale della società.

Sul piano tecnologico la sfida di Office 2013 sta tutta sul versante cloud con tutta l’informazione raccolta nei data center di Microsoft che si incarica di distribuirla e sincronizzarla su tutti i device dell’utenza. Ma non è trascurata nel listino anche la classica modalità d’uso sull’hard disk di ogni personal computer Microsoft offre Office 2013 anche sotto forma di sottoscrizione annuale – il nome è Office 365 Home Premium – che per 99 euro all’anno concede la possibilità di accesso online fino a cinque PC o Mac. Se qualsiasi utente Skydrive dispone di 7 Giga di memoria , Microsoft ne aggiunge altri 20 per gli utenti di Office. In più 60 minuti di chiamate via Skype anche video verso linee fisse e cellulari.

 

QUIZ – Metti alla prova la tua conoscenza di Microsoft!

 

Autore: Channelbiz
Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore