Context: convertibili e 2-in-1 rubano la scena ai classici tablet

Mercato
0 0 Non ci sono commenti

In Europa Occidentale, secondo Context, si sono registrate vendite in calo del 27,5% nel quarto trimestre del 2015, passando da oltre 5 milioni di tablet a fine 2014 a circa 3.7 milioni negli ultimi tre mesi del 2015

Convertibili e notebook 2-in-1 rubano la scena ai più tradizionali tablet. In Europa Occidentale, secondo Context, si sono registrate vendite in calo del 27,5% nel quarto trimestre del 2015, passando da oltre 5 milioni di tablet a fine 2014 a circa 3.7 milioni negli ultimi tre mesi del 2015. Context afferma che anche in Europa, ai tablet, gli utenti consumer preferiscono alternative come i 2-in-1 con tastiera staccabile e notebook convertibili.

Ma la flessione dei tablet è più accentuata in Germania (-43.4%) ma anche in Spagna (-31.3%), Italia (-19.7%) e UK (-14.1%). Nella spirale negativa sono soprattutto finiti i tablet Android, con un pesante declino del 37.4%. Nello stesso periodo, iPad ha segnato un calo dimezzato rispetto ad Android (-15.4%) mentre i tablet Windows si difendono, in discesa del 9.1%.tablet, convertible@shutterstock

Allo stesso tempo, in Europa cresce l’interesse in alternative come i modelli 2-in-1 con tastiera staccabile. Le vendite degli ibridi 2-in-1 sono balzate del 31.3% anno si anno a quota 300mila unità, trainate dalla domanda consumer. I principali vendor nell’arena sono Acer – con il 29% di quote di mercato – Asus (24%) e HP (22%). Altra categoria che spopola nel mercato è quella dei convertibili, in pieno boom: la crescita è dell’84.7%.

I notebook convertibili hanno raggiunto le 246mila unità. Il prezzo medio di vendita è sceso da 645 euro nel secondo trimestre del 2015 a 546 euro del quarto trimestre, grazie ai modelli entry-level. Inoltre, nell’ultimo trimestre il calo delle vendite dei distributori di PC è andato via via riducendosi, con una forte attenzione all’esaurimento delle scorte.

Infatti, le vendite di unità totali è sceso solo dello 0,1% anno su anno nel quarto trimestre 2015, anche se questo è stato aiutato da prestazioni del notebook (+ 2,7%), mentre i desktop hanno continuato a la passerà male (-8,7%). In prospettiva, verso la fine dell’anno, 2-in-1 e convertibili rappresenteranno l’11% di tutto il segmento notebook, e il 15% nel segmento consumer”, ha precisato Marie-Christine, senior analyst presso Context.

 

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore