Context: semestre positivo per server e storage sul canale

Mercato
Isabel Aranda, Context

In un contesto di mercato ricco di opportunità ma anche denso di complessità, i dati del panel di distribuzione di Context nelle 5 principali economie europee hanno registrato una crescita del 6% nel primo trimestre e dell’1% nel secondo trimestre

L’andamento italiano dei server e dello storage è stato più positivo rispetto all’Europa, mentre di strada ce n’è ancora da fare sul fronte del software, del mobile computing e dei consumabili per le stampanti.

E’ questo il quadro del mercato a valore nel primo semestre 2015 analizzato da Context. A poco meno di venti giorni dalla fine del 2015, vediamo di analizzare meglio il primo semestre 2015 per capire come si evolverà il secondo semestre e l’intero anno. Abbiamo chiesto a Isabel Aranda, country manager di Context in Italia di dare a ChannelBiz.it un parere dettagliato.

In un contesto di mercato ricco di opportunità ma anche denso di complessità, i dati del panel di distribuzione di Context nelle 5 principali economie europee hanno registrato una crescita del 6% nel primo trimestre e dell’1% nel secondo trimestre generando ricavi per 13 miliardi di euro. “Sebbene ci siano stati diversi andamenti in questi paesi: Germania in negativo nei due trimestri (-7% e -4%), mentre Spagna e Francia hanno segnato buone performance con +25 % e 23 % per la Spagna e +9% e 13% per la Francia. L’Italia ha registrato una crescita in positivo nei due trimestri +8% e 1%, ma mantiene il trend in declino cominciato all’inizio dello scorso anno. Nel primo trimestre il calo registrato a gennaio (-1%) in Italia è stato bilanciato dalla forte crescita di febbraio soprattutto grazie ai server. Nel secondo trimestre, maggio è stato un mese con un forte declino (-9%) dato che le categorie di prodotto che rappresentano un livello di fatturato rilevante: notebook, desktop, toner, garanzie, tablet, hanno avuto un calo a doppia cifra mentre nel terzo trimestre si è tornati in positivo (+1% a luglio, +3% ad agosto e +5% a settembre).I principali comparti – spiega Aranda – sono, in Italia come in Europa, il software, il mobile computing e i consumabili per stampanti. Questi primi quattro comparti hanno registrato una performance negativa nel primo semestre del 2015 in Italia”.

Isabel Aranda, Context
Isabel Aranda

Mentre le telecomunicazioni (smartphone e accessori) continuano a essere il principale trainante della crescita nel segmento B2b con un’eccellente crescita del 71%. Altri settori che hanno avuto una buona performance anno su anno nel canale della distribuzione in Italia sono stati lo storage +12%, i server +16%, il networking +7% e i data center networking e security + 28%.

“Riguardo le categorie di prodotto puramente enterprise, cioè vendute nei canali corporate reseller e Smb e indirizzati ad una utenza Enterprise e/o Smb: i server ( blade, raw e tower), i server upgrade, lo storage , networking e la network security hanno registrato tutte perfomance positive nel primo semestre del 2015 in Italia. Vediamo che l’Italia è in anticipo sull’Europa nel segmento dei server, dove la crescita su base annua nel primo semestre è stata del 9% in confronto con un declino del 2% in Europa. La domanda da parte del segmento Smb si muove verso prodotti più performanti e maggior prezzo. La performance del segmento dello storage – continua Aranda – è stata migliore in Italia che in Europa con un aumento del 14% vs il calo del -2,5% in Europa. I principali contribuenti alla crescita sono stati i Ssd Oem con un +84%. Nel secondo trimestre abbiamo rilevato che le vendite dei flash array sono fortemente salite con un +74% anno su anno in linea con la tendenza attuale nel mercato europeo.

Per ultimo il segmento del network security ha registrato un eccellente tasso di crescita nei primi sei mesi del 2015 ( +39%) in Italia per via del buon andamento delle security appliances, Vpn/ firewalls e network security. Inoltre nella nostra indagine di mercato, ChannelWatch, dove i rivenditori in tutta Europa fanno sentire la loro voce, in Italia i rivenditori hanno identificato come le migliori opportunità per il canale la sicurezza, i servizi e il networking. Pertanto siamo davanti a un mercato del segmento del valore con ottime opportunità per il canale in Italia, dove tutte le principali categorie di prodotto enterprise hanno avuto un andamento positivo nella prima parte del 2015 e certi segmenti di prodotto anticipano le tendenze al mercato europeo”,

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore