Coriglioni (Unindustria): I pagamenti della Pa preservano i posti di lavoro esistenti ma non ne creano

Strategie
Augusto Coriglioni

Augusto Coriglioni, presidente della sezione It di Unindustria, durante Smau Roma 2013 spiega il suo punto di vista relativo allo sblocco dei pagamenti alle imprese da parte della Pubblica Amministrazione. I fondi che arriveranno alle imprese servono a preservare i posti esistenti e non a creare nuova occupazione

I pagamenti della Pa preservano i posti di lavoro esistenti ma non ne creano. “Lo sblocco dei pagamenti della Pubblica amministrazione alle imprese non crea nuovi posti di lavoro ma va a preservare quelli esistenti”.

E’ questo quanto sostiene Augusto Coriglioni, presidente della sezione It di Unindustria, durante Smau Roma 2013. “Abbiamo accolto con moderato entusiasmo questa notizia ma andiamo a pagare progetti già eseguiti. Il settore it è tra i più colpiti dai debiti della Pa e andiamo sanare i debiti del passato che porterà un po’ d’ossigeno  alle imprese”, spiega Coriglioni in questa videointervista.

Augusto Coriglioni
Augusto Coriglioni

L’innovazione è importante per la crescita ma non sempre c’è una attenzione precisa al tema, soprattutto dal punto di vista politico, perché l’iniziativa non può essere di una singola impresa, ma scaturire dalla volontà politica.

“Credo che per sanare il passato sia compito del governo perché vorrei guardare al futuro con le imprese che abbiano volontà di investire è fondamentale che i progetti vengano accolti e che si venga a dimostrare che questi progetti abbiano un ritorno e che la tecnologia serva come strumento di crescita. Ma questo non è sempre percepito anche dalle nostre imprese”. Seguite il resto della videointervista qui sotto

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore