Cosa farà il nuovo Ceo di Hp?

News

Non stiamo assistendo solo al balletto di chi sarà il nuovo Ceo, si fanno scommesse anche sulle future strategie. Per ora il messaggio è:
basta trasformazione.

Oltre alle mille voci che si stanno diffondendo nel settore, anche all’interno di Hewlett Packard si stanno levando opinioni e previsioni su quello che potrà essere la società del domani. Il messaggio più forte per ora dice che bisogna porre fine alla politica di trasformazione e passare alla fase esecutiva. Nel frattempo, dopo le dimissioni di Carly Fiorina, movimenti sono già in atto: Robert Wayman, che ricopriva il ruolo di cfo, è stato nominato ceo ad interim e designato al board of directors, mentre Patricia Dunn, in Hp dal 1998, ha ricevuto l’incarico di presidente non esecutivo del consiglio di amministrazione. Ufficialmente, le dimissioni sono state causate da una differente visione delle strategie da adottare. Fiorina, sottolineano in Hp, ha svolto il suo ruolo con grande capacità ed era sicuramente la persona più adatta a portare a termine la fusione con Compaq. Voci che darebbero credito al fatto che Fiorina fosse stata arruolata specificatamente per quella operazione. Nelle affermazioni di Dunn e di Wayman, non c’è per ora alcuna disponibilità a dividere l’offerta di Hp. Per loro infatti, si tratta di un portfolio unico, che risulta essere più forte se considerato nel suo insieme piuttosto che suddiviso.
Hp provvederà ora alla nomina del nuovo Ceo, ricerca che è già iniziata ovviamente, ma per ora, sostiene la Dunn, nessuno è stato ancora contattato. Wayman sottolinea come ci siano alcune aree in cui Hp deve migliorare i propri risultati. Per esempio quello dei server e dello storage, e sicuramente l’area computer, anche se Wayman sostiene che i profitti non siano andati male. In ambito servizi bisogna invece far sì che la crescita di fatturato, risultata essere del 30% e anche superiore, si traduca in profitti. Il compito del nuovo Ceo sarà sicuramente arduo. Vedremo prossimamente chi ha voglia di assumersi un ruolo così complesso