Criteo: i consumatori completano gli acquisti tramite dispositivi mobili

Mercato
0 0 Non ci sono commenti

Il report State of Mobile Commerce di Criteo relativo al quarto trimestre 2015 analizza e spiega che quattro acquisti su dieci avvengono tramite più dispositivi o canali e tra questi, quasi uno su tre è completato tramite un dispositivo mobile

Quattro acquisti su dieci avvengono tramite più dispositivi o canali e tra questi, quasi uno su tre è completato tramite un dispositivo mobile, indice di come i consumatori utilizzino diversi dispositivi lungo il percorso d’acquisto e siano abituati a effettuare acquisti tramite dispositivi mobili. Criteo, società specializzata in performance marketing, ha pubblicato la nuova edizione del report State of Mobile Commerce, aggiornata al quarto trimestre del 2015. Lo studio esamina le tendenze relative all’mCommerce su base trimestrale e permette di comprendere al meglio gli orientamenti dello shopping online alla luce di un percorso di acquisto dei consumatori in continua evoluzione. I risultati del report si basano sulle analisi realizzate da Criteo sulle singole transazioni online di 1,4 miliardi di individui.

La proliferazione dell’mCommerce sta alimentando il desiderio dei consumatori di una brand-experience ancora più personalizzata, di conseguenza il marketing digitale non può più guardare all’utilizzo dei dispositivi mobili solo per identificare e convertire i consumatori in acquirenti. Le aziende, per competere, devono essere in grado di profilare gli utenti su più dispositivi, browser e app al fine di fornire loro un’esperienza ancor più significativa e rilevante durante tutto il percorso di acquisto.store, store online, e-commerce, commercio elettronico@shutterstock

I retailer con una forte esperienza nel campo dello shopping da mobile hanno chiuso il 2015 con risultati di vendita impressionanti, convertendo molte ricerche da dispositivi mobili in acquisti reali. Le aziende, per essere vincenti con consumatori mobile friendly, devono investire in una strategia di mobile marketing in grado di offrire ciò che il consumatore desidera e di cui ha necessità attraverso tutti i dispositivi: nel quarto trimestre del 2015, la quota delle transazioni da mobile è cresciuta del 15% rispetto al 2014, raggiungendo il 30% di tutte le transazioni eCommerce; tra i dispositivi mobili, i tablet hanno generato vendite di maggior valore rispetto agli smartphone, con l’eccezione dei dispositivi iOS, che hanno registrato valori superiori rispetto la media; in Italia, il 27% delle transazioni eCommerce è avvenuta da mobile, con il top quartile dei retailer che continua  a performare meglio rispetto agli altri. Guidano la crescita i settori fashion, mass merchant e beauty.

Lo smartphone sta diventando il dispositivo di acquisto privilegiato, con un numero sempre crescente di vendite in tutto il mondo. In un’ottica di ottimizzazione dell’esperienza di mobile shopping, le aziende devono quindi concentrarsi sugli smartphone come il veicolo chiave per l’eCommerce: negli Stati Uniti, il 60% delle transazioni via mobile avviene tramite smartphone, grazie alla combinazione di molti fattori quali migliore capacità di transazione, ubiquità, grandi schermi luminosi e una banda larga wireless veloce, in Italia, il 63% delle transazioni via mobile è avvenuta tramite smartphone, superando di gran lunga l’utilizzo dei tablet.e-commerce, shutterstock

La soluzione Universal Match all’interno del prodotto Criteo Dynamic Retargeting orienta ogni utente attraverso suggerimenti, pubblicità e offerte sui differenti prodotti presenti online, consentendo a responsabili marketing di ottimizzare le prestazioni delle loro campagne, offrendo ai consumatori una perfetta esperienza di marketing one-to-one.

“Il Mobile Commerce Report evidenzia come il mobile sia diventato una componente essenziale del commercio, con consumatori che navigano e acquistano attraverso più dispositivi”, commenta Jonathan Wolf, Chief Product Officer di Criteo. “Al fine di comprendere al meglio le abitudini di consumatori sempre più esperti in ambito digital, i responsabili marketing devono concentrarsi sulla comprensione dei comportamenti d’acquisto degli utenti, piuttosto che sull’analisi dei singoli dispositivi. La nuova soluzione Criteo Universal Match consente agli inserzionisti di concentrarsi sugli acquirenti nel momento in cui sono più propensi all’acquisto, con un messaggio mirato attraverso tutti i loro dispositivi.”

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore