Darty scrive al canale per ricollocare 105 dipendenti

News
retail, scaffale, gdo, gds@shutterstock

Da marzo, l’insegna Darty passa a Trony. I dipendenti Darty che operano nei punti vendita saranno assorbiti dalla nuova proprietà per gli altri, M.Cristina Susio, Hr manager di Darty Italia scrive una lettera di referenze al canale

Darty vuole ricollocare i 105 suoi dipendenti che non saranno assorbiti nella nuova società che opera con l’insegna Trony.

Da marzo 2013, infatti, tutti i negozi Darty in Italia cambieranno veste e riapriranno con l’insegna Trony. Questo è frutto di una decisione dell’azienda che fa capo al brand Darty, di uscire dall’Italia e, per questo ha ceduto i punti vendita a Dps Group, società che fa capo appunto a Trony.

Con questa decisione, Darty chiuderà anche la sede amministrativa italiana e, mentre i 324 dipendenti che operano nei punti vendita saranno tutti assorbiti da Dps-Trony, i 105 dipendenti della sede amministrativa, del polo logistico e del post vendita saranno a casa in quanto non assorbiti.

Ed è per questo che M. Cristina Susio, Hr manager di Darty Italia ha preso carta e penna e scritto una  lettera di referenze, che ha i toni di un ‘appello al canale’ affinchè gli operatori del canale stesso prendano in considerazione questo esubero.

Susio, dopo aver ricordato che i dipendenti dei venti negozi della catena saranno tutti assorbiti, spiega di quali figure si tratti. “Le figure di cui stiamo parlando appartengono ai dipartimenti Acquisti, Vendite, Finance, Risorse Umane, Marketing e Comunicazione, IT, Web & E-commerce, Post Vendita, Call Center, Logistica e presentano tutte elevate competenze trasversali e un know how completo, grazie all’esperienza maturata in un contesto organizzativo altamente dinamico e la formazione ricevuta costantemente nel corso degli anni, che in quest’ultimo periodo si sta arricchendo con ulteriori corsi”, scrive Susio.

Dopo aver ricordato che “buona parte del personale parla abitualmente l’inglese e in alcuni casi anche il francese”, spiega che “queste persone potrebbero essere una risorsa preziosa anche in altri contesti lavorativi, sia per la conoscenza approfondita del settore, sia per l’elevato livello professionale maturato negli anni”.

QUIZ – Mediaworld e Saturn, una storia italiana

Clicca per leggere la biografia dell'autore  Clicca per nascondere la biografia dell'autore